IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Electro > ALMAMEGRETTA

ALMAMEGRETTA EnnEnne

L'idea di battere sempre le stesse strade o di riciclare (riciclarsi) non deve piacere granché agli Almamegretta. La prova è "EnnEnne", un album sì in linea con la tradizione della band napoletana - il suono degli Almamegretta, complice la voce di Raiz, ormai è riconoscibilissimo - ma è anche un album che prova a proporre nuove idee, nuovi immaginari, nuove prospettive, andandosi a prendere dei rischi soprattutto dal punto di vista melodico. Non è un disco facilissimo, ha bisogno di un paio di ascolti ravvicinati per mostrare il suo potenziale. Ma alla fine la pazienza viene ricompensata. "EnnEnne" è…

Score

QUALITA' - 68%

68%

68

ALMAMEGRETTA enneenne

L’idea di battere sempre le stesse strade o di riciclare (riciclarsi) non deve piacere granché agli Almamegretta. La prova è “EnnEnne“, un album sì in linea con la tradizione della band napoletana – il suono degli Almamegretta, complice la voce di Raiz, ormai è riconoscibilissimo – ma è anche un album che prova a proporre nuove idee, nuovi immaginari, nuove prospettive, andandosi a prendere dei rischi soprattutto dal punto di vista melodico. Non è un disco facilissimo, ha bisogno di un paio di ascolti ravvicinati per mostrare il suo potenziale. Ma alla fine la pazienza viene ricompensata.

EnnEnne” è un buon lavoro? E’ un compact dignitoso, onesto, non fra le migliori cose degli Almamegretta in assoluto ma la qualità media delle canzoni è più che sufficiente. Tanti gli ospiti, fra i quali Lucariello, che in “Tiempo Niro” mette un bel carico. Ottima anche “Gimmeurlove”, ballatona che esalta al massimo il talento di Raiz. E pure l’iniziale “On the run” ha personalità. Interessante la presenza di Cristina Donadio, la Scianel della serie “Gomorra”, che recita un testo. Insomma, il lavoro di chi ha ancora qualcosa da dire.

Tag