IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > EP > BONSAI BONSAI

BONSAI BONSAI Bonsai Bonsai Ep

“Bonsai Bonsai Ep” è il primo lavoro del gruppo livornese, qui prodotto artisticamente da Daniele Catalucci (Virginiana Miller). Il sound della band guarda alla psichedelia Anni Settanta, con l'aggiunta di un po' di elettronica. La prima cosa che colpisce dei Bonsai Bonsai è che sanno suonare - sembra una banalità, ma non sono rari i casi in cui l'approssimazione sonora è sparsa a piene mani negli esordi. , perché al momento tendono a indugiare troppo con le parti sonore, come se fosse un loro obiettivo guardarsi allo specchio. Le…

Score

QUALITA' - 59%

59%

59

bonsai bonsai ep

Bonsai Bonsai Ep” è il primo lavoro del gruppo livornese, qui prodotto artisticamente da Daniele Catalucci (Virginiana Miller). Il sound della band guarda alla psichedelia Anni Settanta, con l’aggiunta di un po’ di elettronica. La prima cosa che colpisce dei Bonsai Bonsai è che sanno suonare – sembra una banalità, ma non sono rari i casi in cui l’approssimazione sonora è sparsa a piene mani negli esordi.

I Nostri sanno suonare e da lì in avanti c’è ancora un mondo che va costruito, perché al momento tendono a indugiare troppo con le parti sonore, come se fosse un loro obiettivo guardarsi allo specchio. Le linee melodiche sono portate all’attenzione dell’ascoltatore ma non sviluppate al massimo del loro potenziale – in quest’ottica “Question” è un buon esempio per comprendere il concetto appena espresso, dal momento che il brano resta imbrigliato fra le maglie di un arrangiamento troppo corposo.

In conclusione: un lavoro che dice qualcosa, ma non tutto, del potenziale della band. C’è da lavorare ancora per dare un’identità chiara al progetto.

Tag