IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Autoproduzione > BRIGHT LIGHTS APART

BRIGHT LIGHTS APART As Everything Falls Apart

La prima cosa che ci piace dei Bright Lights Apart è la copertina del loro disco: la foto di Maikel Bononi è davvero bella. Per fortuna (loro) non è l'unica cosa che ci piace di "As Everything Falls Apart", che è un album votato anima e corpo all'elettronica. Ci piace anche il lavoro sui suoni della band di Rovigo, che cerca di andare oltre soluzioni facili o scontate, alla ricerca di un sound maturo e ben calibrato, capace di flirtare con l'orecchiabilità. Il risultato? Un album godibile, con luci e ombre (il cantato va migliorato) e un'accettabile fruibilità pop. Il brano migliore?…

Score

QUALITA' - 61%

61%

61

BRIGHT LIGHTS APART as_everything_falls_apartLa prima cosa che ci piace dei Bright Lights Apart è la copertina del loro disco: la foto di Maikel Bononi è davvero bella. Per fortuna (loro) non è l’unica cosa che ci piace di “As Everything Falls Apart“, che è un album votato anima e corpo all’elettronica. Ci piace anche il lavoro sui suoni della band di Rovigo, che cerca di andare oltre soluzioni facili o scontate, alla ricerca di un sound maturo e ben calibrato, capace di flirtare con l’orecchiabilità. Il risultato? Un album godibile, con luci e ombre (il cantato va migliorato) e un’accettabile fruibilità pop. Il brano migliore? Non abbiamo dubbi: “Idiots in the mirror” – già al primo ascolto colpisce il bersaglio grosso. In conclusione: c’è da personalizzare la proposta per emanciparsi dai poster in cameretta, ma la strada imboccata è quella giusta.

Tag