IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...

BRILLA Brilla

E' al primo EP, il ligure Andrea Brilla, in arte Brilla, che per l'occasione ha fatto le cose in grande, visto che l'album è stato prodotto e arrangiato da Giuliano Dottori (alla chitarra elettrica, synth, basso e cori), con la complicità di Leif Searcy (batteria), il mixaggio di Antonio "Cooper" Cupertino e la partecipazione, per il brano "Il Surgelatore", di Verano, cioè la bravissima Anna Viganò. Insomma, tutta gente che nella scena indipendente gode di una certa credibilità. Il risultato? Più che sufficiente. Brilla fa essenzialmente del pop, le sue melodie sono sorrette da una poetica che strizza l'occhio alla canzone…

Score

QUALITA' - 67%

67%

67

brilla

E’ al primo EP, il ligure Andrea Brilla, in arte Brilla, che per l’occasione ha fatto le cose in grande, visto che l’album è stato prodotto e arrangiato da Giuliano Dottori (alla chitarra elettrica, synth, basso e cori), con la complicità di Leif Searcy (batteria), il mixaggio di Antonio “Cooper” Cupertino e la partecipazione, per il brano “Il Surgelatore”, di Verano, cioè la bravissima Anna Viganò. Insomma, tutta gente che nella scena indipendente gode di una certa credibilità.

Il risultato? Più che sufficiente. Brilla fa essenzialmente del pop, le sue melodie sono sorrette da una poetica che strizza l’occhio alla canzone d’autore. L’ombra lunga del mitico Lucio Battisti (di cui il Nostro è fan) si allunga spesso sulla scaletta, ma non è una presenza ingombrante. I 5 brani proposti non hanno retrogusti: sono immediati, diretti, radiofonici, spigliati, solari. Di facilissimo consumo. E sazianti. In conclusione: un esordio positivo. L’episodio migliore? Non abbiamo dubbi: “Il Surgelatore”.

Tag