IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Electro > CHAPELIER FOU

CHAPELIER FOU Deltas

CHAPELIER_FOU_deltas

Elettronica liquida, quel tipo di elettronica che devi mettere come sottofondo per capirne/carpirne la valenza. Perché è discreta, morbida, seducente, avvolgente come una copertina nei freddi pomeriggi d’autunno.

Deltas” (Ici D’Ailleurs/Audioglobe) è il nuovo album del polistrumentista francese Chapelier Fou, che negli ultimi anni ha solcato da parte a parte tutto il mondo: Europa, Australia, Canada, Cina, Russia, Sud America sono state soltanto alcune delle sue tappe più fortunate.

Louis Warynski, vero nome di Chapelier Fou, in questo nuovo lavoro prova a rimescolare le carte, arricchendo la sua offerta musicale di sfumature diverse ma restando fedele all’idea di fondo: smuovere le acque senza però chiedere troppa partecipazione all’ascoltatore, che con “Deltas” può realmente spegnere il cervello e lasciare che la musica lo accompagni verso un terzo tempo fatto di relax. Insomma, un disco per chi cerca nell’elettronica un approdo sofisticato ma sicuro.

Lo promuoviamo perché la produzione è raffinata e tutto il lavoro ha un’omogeneità apprezzabile, ma siamo consapevoli che la sua… morbidezza è anche il suo limite maggiore. “Deltas” osa il minimo, ed è un peccato, perché quando Chapelier Fou si prende dei rischi (come nel caso di “i_0”) il risultato è notevole. Morale: tanto mestiere e poco coraggio.

Elettronica liquida, quel tipo di elettronica che devi mettere come sottofondo per capirne/carpirne la valenza. Perché è discreta, morbida, seducente, avvolgente come una copertina nei freddi pomeriggi d'autunno. "Deltas" (Ici D’Ailleurs/Audioglobe) è il nuovo album del polistrumentista francese Chapelier Fou, che negli ultimi anni ha solcato da parte a parte tutto il mondo: Europa, Australia, Canada, Cina, Russia, Sud America sono state soltanto alcune delle sue tappe più fortunate. Louis Warynski, vero nome di Chapelier Fou, in questo nuovo lavoro prova a rimescolare le carte, arricchendo la sua offerta musicale di sfumature diverse ma restando fedele all'idea di fondo: smuovere le acque senza però chiedere troppa…

Score

QUALITA' - 62%

62%

62

Tag