IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Cinema 2018
  • 1
    tre manifesti ebbing missouri

    TRE MANIFESTI A EBBING, MISSOURI Martin McDonagh

    Davvero un bel film, con la giusta combinazione di alto e basso, cioè di intensità e di leggerezza. "Tre manifesti a Ebbing, Missouri" è un film che va oltre la bravura di un cast azzeccatissimo, e sa dare lustro a un genere da prendere sempre con le molle come la commedia nera. Il lavoro di Martin McDonagh nella scrittura e in cabina di regia è stato efficace a tal punto che in poco meno di due ore la pellicola riesce a trasmettere allo spettatore svariati stati d'animo senza mai perdere un briciolo della sua forza espressiva, anche quando si…

    Score

    SCORE - 8

    8

    8
  • 2
    the disaster artist

    THE DISASTER ARTIST James Franco

    Come si fa a non voler bene a James Franco, uno dei talenti più sottovalutati della sua generazione? E come si fa a non voler bene a quell'extraterrestre di Tommy Wiseau, protagonista di una delle storie più assurde dell'era moderna? Mettete assieme i due soggetti, fondeteli in uno ed ecco che "The Disaster Artist" diventerà uno dei vostri film preferiti. Perché è veramente fatto bene, recitato alla grande e sa proporre un ventaglio di tematiche sotto forma di favola: dall'amicizia al concetto di "stranezza", all'ambizione, passando per denaro, mistero e coraggio. La trama. Tratto dall'omonimo romanzo di Greg Sestero e Tom Bissell,…

    Score

    SCORE - 7.5

    7.5

    8
  • 3
    tutti soldi mondo

    TUTTI I SOLDI DEL MONDO Ridley Scott

    Un giorno vedremo anche l'interpretazione di Kevin Spacey, è sicuro, nel frattempo godiamoci questo maestoso Christopher Plummer, che probabilmente farà incetta di meritati premi nei prossimi mesi (vincerà l'Oscar, segnatevelo), non solo in virtù di un'interpretazione magistrale, ma soprattutto per quel suo salire sul treno già in corsa di Ridley Scott, cioè a riprese ultimate e a poche settimane dal lancio mondiale della pellicola. Insomma, un J. Paul Getty di grandissimo livello, teatrale il giusto. Ci piacerebbe parlare bene anche degli altri attori di "Tutti i soldi del mondo", ma il cast non ci ha impressionato granché, ad esclusione di Mark Wahlberg, che…

    Score

    SCORE - 7

    7

    7
  • 4
    morto stalin ne un altro

    MORTO STALIN, SE NE FA UN ALTRO Armando Iannucci

    Carino e da vedere. "Morto Stalin, se ne fa un altro" è il classico film poco impegnativo che ti cambia (in positivo) la serata, perché è leggero, intelligente, piuttosto agile nella narrazione e con un paio di attori che danno un evidente valore aggiunto. La trama. Il 3 marzo 1953 Iosif Stalin, capo supremo dell'Unione Sovietica, crolla a terra stroncato da un'emorragia cerebrale. La sua morte viene però dichiarata ufficialmente solo due giorni più tardi, durante i quali la squadra ministeriale del defunto dittatore si scontra per ottenere il potere supremo. Tra i protagonisti del teatrino di follia e disumanità…

    Score

    SCORE - 7

    7

    7
  • 5
    red sparrow

    RED SPARROW Francis Lawrence

    "Red Sparrow" è un buon film. . La trama. Dominika Egorova (Jennifer Lawrence) viene arruolata nella Scuola Sparrow, un servizio segreto che trasforma giovani donne in letali e seducenti assassine; dopo aver affrontato un duro allenamento, Dominika diventa la più pericolosa "Sparrow" di sempre. Il suo primo obiettivo è Nathaniel Nash (Joel Edgerton), un ufficiale della CIA che monitora le infiltrazioni…

    Score

    SCORE - 7

    7

    7
  • 6
    oltre notte

    OLTRE LA NOTTE Fatih Akın

    Potente, drammatico e coinvolgente. "Oltre la notte" è un film attualissimo e con un soggetto per nulla banale. Pecca dal punto di vista tecnico, ma gli aspetti positivi sono di gran lunga superiori ai difetti. Il film si ispira all'attentato di Colonia avvenuto nel 2004 da parte della cellula terroristica neonazista Nationalsozialistischer Untergrund (NSU). Protagonista del film è l'attrice Diane Kruger, che interpreta una donna che medita vendetta dopo la morte del marito e del figlio in un attentato dinamitardo. Il film è stato selezionato per rappresentare la Germania ai premi Oscar 2018 nella categoria "miglior film in lingua…

    Score

    SCORE - 7

    7

    7
  • 7
    loro 1

    LORO 1 Paolo Sorrentino

    La prima parte di "Loro", l'atteso film di Paolo Sorrentino dedicato a Berlusconi, è senza dubbio cinema di qualità: belle riprese, buon ritmo, un affaccio costante sull'umanità dei personaggi in scena e una scrittura dei testi efficace. A tutto questo aggiungiamo il cast, che è stato azzeccato in toto o quasi. Insomma, tanta roba da cuocere a fuoco lento. Ecco, forse è proprio nel... fuoco il vero limite di questa prima parte del film: non ha una fiamma tale da illuminare (e bruciare, perché no) il profilo del personaggio più discusso. Il Berlusconi di Sorrentino, infatti, è un affabile…

    Score

    SCORE - 6

    6

    6
  • 8
    quiet place posto tranquillo

    A QUIET PLACE – UN POSTO TRANQUILLO John Krasinski

    Quello di John Krasinski è un film che ha idee, magari non tutte buone e non tutte messe a fuoco, ma "A Quiet Place - Un posto tranquillo" non è un film scontato e anche quando ti aspetti che da un momento all'altro possa scivolare nella classica "americanata", diciamo che tiene botta e non sbraca oltre il lecito. La trama. Nel 2020, la popolazione della Terra è stata decimata da una razza aliena che attacca qualsiasi cosa produca rumore. A seguito di una terribile perdita, una famiglia composta da madre, padre e due figli sopravvive in una fattoria isolata e circondata…

    Score

    SCORE - 6

    6

    6
  • 9
    forma acqua

    LA FORMA DELL’ACQUA Guillermo del Toro

    Già il trailer ci aveva lasciato dei dubbi, la visione non ha fatto altro che confermarci le previsioni. "La forma dell'acqua" è un film ordinario, con qualche idea interessante, qualche guizzo, ma sinceramente se l'ambizione era creare una favola moderna, allora l'obiettivo non è stato centrato. Perché al netto delle buone intenzioni, la pellicola di Guillermo del Toro offre il fianco a legittime critiche indirizzate alla sceneggiatura (con dei dialoghi spesso mediocri) e al cast. La trama. Elisa Esposito (Sally Hawkins), un'addetta alle pulizie affetta da mutismo, e la sua collega (Octavia Spencer), che lavorano all'interno di un laboratorio governativo, finiscono per…

    Score

    SCORE - 5.5

    5.5

    6
  • 10
    metti nonna freezer

    METTI LA NONNA IN FREEZER Giancarlo Fontana, Giuseppe G. Stasi

    Era il 1989 quando usciva lo spassosissimo "Weekend con il morto", b-movie senza grosse pretese ma caratterizzato dalla presenza di un morto che per la logica del film doveva sembrare ancora vivo. Per "Metti la nonna in freezer" diciamo che si è seguito il medesimo filone, ma giocando al ribasso e puntando su una commedia dove dall'inizio alla fine è tutto banale e scontato. La trama. Simone Recchia (Fabio De Luigi) è un incorruttibile ma maldestro finanziere che si innamora di Claudia (Miriam Leone), una giovane restauratrice che vive grazie alla pensione della nonna (Barbara Bouchet). Alla morte improvvisa della…

    Score

    SCORE - 5

    5

    5
  • 11
    hostiles

    HOSTILES Scott Cooper

    Il voto giusto sarebbe 4, perché "Hostiles" è lento, noioso, con una trama banalotta e buchi narrativi sparsi a generose manate, ma saliamo di mezzo punto perché Christian Bale fa una buona figura e anche Rosamund Pike non delude. Per il resto è notte fonda. La trama. Nel 1892 il capitano dell'esercito Joseph J. Blocker, arcigno e rancoroso verso i nativi, accetta di accompagnare un capo Cheyenne prossimo alla morte e la sua famiglia, per tornare nelle loro terre native. Durante il percorso i prigionieri, il piccolo drappello e una inaspettata compagna di viaggio, dovranno affrontare minacce e pericoli che faranno loro…

    Score

    SCORE - 4.5

    4.5

    5
  • 12
    ready player one

    READY PLAYER ONE Steven Spielberg

    "Ready Player One" è un film senza poetica, avvincente come un giro per Milano a Ferragosto, noioso. Così noioso che quando si accendono le luci dell'intervallo, è una bella botta accettare che manchi "tanto quanto" alla fine. E' un film brutto perché le tre o quattro idee di fondo che lo animano (fra cui la geniale intuizione che vivere nella realtà è più importante che vivere nel virtuale - bella scoperta) stanno assieme senza alcuna sostanza. . La trama. Nell'anno…

    Score

    SCORE - 3.5

    3.5

    4