IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Cinema2017

Cinema2017

LA FRATELLANZA Ric Roman Waugh

la fratellanza
La storia non è particolarmente originale, però "La Fratellanza" ha tre punti di forza non banali: c'è un Nikolaj Coster-Waldau in gran forma, le musiche di Antonio Pinto sono stupende e la regia di Ric Roman Waugh in alcuni passaggi è fin preziosa. Insomma, ecco come fare un buon film drammatico senza eccedere in chissà quali pensate. Peccato solo per il montaggio un po' disordinato e per la fotografia ordinaria, altrimenti il voto sarebbe stato superiore. La trama. Jacob Harlon (Nikolaj Coster-Waldau), uomo d'affari e padre di famiglia, viene rinchiuso in carcere con l'accusa di omicidio colposo, dopo aver accidentalmente provocato la…

Score

SCORE - 6.5

6.5

7

La storia non è particolarmente originale, però “La Fratellanza” ha tre punti di forza non banali: c’è un Nikolaj Coster-Waldau in gran forma, le musiche di Antonio Pinto sono stupende e...

Leggi Articolo »

THE DEVIL’S CANDY Sean Byrne

the devils candy
"The Devil's Candy" è il classico esempio di pubblicità ingannevole. Sì, perché le lodi estrapolate da pompose recensioni e poste sulla locandina non possono che trarre in inganno lo spettatore, che entra in sala convinto di vedere un horror coi fiocchi e si ritrova alle prese con una pellicola di Serie B che di originale ha poco o nulla e coi personaggi così piatti, ma così piatti, che quello che puoi intuire dopo 10 minuti è esattamente quello che poi avverrà al termine del racconto. Insomma, tutto troppo scontato, e con un cast buttato lì a caso. La trama.…

Score

QUALITA' - 4.5

4.5

5

“The Devil’s Candy” è il classico esempio di pubblicità ingannevole. Sì, perché le lodi estrapolate da pompose recensioni e poste sulla locandina non possono che trarre in inganno lo spettatore,...

Leggi Articolo »

MONOLITH Ivan Silvestrini

monolith
Ottimo il soggetto (il film è la trasposizione di un fumetto italiano), malissimo la sceneggiatura. Ottime la regia e la fotografia, claudicanti le interpretazioni. Insomma, "Monolith" è una pellicola dove luci e ombre si mischiano, e dove il giudizio risente per forza di cose del bicchiere mezzo pieno e mezzo vuoto. Peccato, perché il film aveva potenziale ma è stato sfruttato soltanto in minima parte. La trama. Un'ex popstar di nome Sandra (Katrina Bowden) sospetta che suo marito abbia un'amante, questo mentre è in auto con suo figlio di due anni. Durante il viaggio investe un cervo in mezzo al…

Score

SCORE - 5

5

5

Ottimo il soggetto (il film è la trasposizione di un fumetto italiano), malissimo la sceneggiatura. Ottime la regia e la fotografia, claudicanti le interpretazioni. Insomma, “Monolith” è una pellicola dove...

Leggi Articolo »

DUNKIRK Christopher Nolan

dunkirk
Brutto no, modesto sì. Non possiamo definire brutto "Dunkirk" perché ha un'estetica da grande film e un sonoro pazzesco, ma alla fine la montagna ha partorito il più classico dei topolini. Perché il tanto atteso lungometraggio di Christopher Nolan ha un'epica che non tocca il cuore dello spettatore, che è distante dai grandi (e spesso mediocri) racconti sulla guerra americani ed è distante anche dalle produzioni (spesso convincenti) europee sul tema. Dal regista britannico (che ha firmato anche la sceneggiatura) ci aspettavamo tantissimo, visto che la sua filmografia è stata sempre all'insegna dell'altissima qualità. Purtroppo in questo caso è venuto…

Score

SCORE - 5

5

5

Brutto no, modesto sì. Non possiamo definire brutto “Dunkirk” perché ha un’estetica da grande film e un sonoro pazzesco, ma alla fine la montagna ha partorito il più classico dei...

Leggi Articolo »

ATOMICA BIONDA David Leitch

atomica bionda
Ve lo diciamo subito: questo è un film che dovete assolutamente vedere. I motivi? Intanto non è la classica americanata ma ha spessore, il cast è totale e la regia bellissima. C'è persino una storia sensata. Insomma, c'è abbastanza per uscire dalla sala con la pancia piena e un pizzico di stupore. Sì, stupore, perché non avevamo grosse sensazioni alla vigilia su questa pellicola. E invece, . La trama. Nel 1989, alla vigilia del crollo del Muro di Berlino e del cambiamento nelle alleanze tra superpotenze, Lorraine…

Score

SCORE - 8

8

8

Ve lo diciamo subito: questo è un film che dovete assolutamente vedere. I motivi? Intanto non è la classica americanata ma ha spessore, il cast è totale e la regia...

Leggi Articolo »

LA TORRE NERA Nikolaj Arcel

torre nera
Ambizioso, ma nulla di ché. Anzi, una mezza delusione, perché "La Torre Nera" per diverse settimane ha goduto di un marketing aggressivo, quindi - anche considerando gli attori in scena - era facile/normale aspettarsi qualcosa di realmente importante. E invece nulla. Classica ciambella senza il buco. E questo nonostante il sempre straordinario Matthew McConaughey, nonostante un Idris Elba in formissima e nonostante una sceneggiatura basata sulla saga di Stephen King. Insomma, grandi aspettative e piccolo risultato. La trama. Nella moderna New York, un ragazzo di nome Jake (interpretato senza emozioni da Tom Taylor) è tormentato da strani sogni e visioni che lo costringono a…

Score

SCORE - 5.5

5.5

6

Ambizioso, ma nulla di ché. Anzi, una mezza delusione, perché “La Torre Nera” per diverse settimane ha goduto di un marketing aggressivo, quindi – anche considerando gli attori in scena...

Leggi Articolo »

PRIMA DI DOMANI Ry Russo-Young

prima domani
Ogni estate c'è sempre il film sfizioso, il gioiellino fuori dagli schemi. L'anno scorso, ad esempio, era stato il turno del bellissimo "It Follows", destinato a diventare un cult. Il 2017 ha portato in dono "Prima di domani", teen movie incentrato sulla vita di un'adolescente popolare, basato su un libro del 2010 di Lauren Oliver. La trama. La storia si tinge di angoscianti sfumature drammatiche quando l'auto della protagonista finisce fuori strada. In "Prima di domani", Sam (Zoey Deutch) rimane intrappolata in un ripetitivo vortice temporale, che la costringe a rivivere la stessa giornata. Nessun altro sembra accorgersi della preoccupante ripetizione di…

Score

SCORE - 8

8

8

Ogni estate c’è sempre il film sfizioso, il gioiellino fuori dagli schemi. L’anno scorso, ad esempio, era stato il turno del bellissimo “It Follows”, destinato a diventare un cult. Il...

Leggi Articolo »

2:22 – IL DESTINO È GIÀ SCRITTO Paul Currie

222
Un minestrone di generi, idee, buone intenzioni e cattive intuizioni. Alla fine "2.22 - Il destino è già scritto" risulta essere un film leggerino, che strizza l'occhio al thriller e al dramma in salsa rosa. Oltre alla storia, però è il ritmo il grande assente, infatti la pellicola intrattiene pochissimo. La trama. Dylan Boyd (Michiel Huisman) è un controllore di traffico aereo in grado di visualizzare i patterns che lo circondano. Un giorno, mentre si trova a lavoro, si distrae nell'osservare un vero e proprio squarcio del tempo che avviene alle 2.22 e rischia di causare un grave incidente, motivo per…

Score

SCORE - 4.5

4.5

5

Un minestrone di generi, idee, buone intenzioni e cattive intuizioni. Alla fine “2.22 – Il destino è già scritto” risulta essere un film leggerino, che strizza l’occhio al thriller e al...

Leggi Articolo »

QUELLO CHE SO DI LEI Martin Provost

QUELLO CHE SO DI LEI
Dispiace parlar male di un film quando è recitato bene. Tuttavia tocca farlo per "Quello che so di lei". A penalizzare l'opera di Martin Provost (e tanto) la sceneggiatura e l'assenza di ritmo, complice un montaggio fra i più brutti visti in questo 2017. Peccato, perché sinceramente Catherine Deneuve e Catherine Frot meriterebbero solo elogi per le prove offerte. La trama. Claire (Catherine Frot), matura ostetrica, ha una vita non facile con un figlio ormai grande che fa le sue scelte per il futuro, e i tragici ricordi del passato, difficili da sopportare. Dopo molti anni ricompare Bèatrice (Catherine Deneuve), la donna che ha…

Score

SCORE - 4.5

4.5

5

Dispiace parlar male di un film quando è recitato bene. Tuttavia tocca farlo per “Quello che so di lei“. A penalizzare l’opera di Martin Provost (e tanto) la sceneggiatura e l’assenza...

Leggi Articolo »

47 METRI Johannes Roberts

47 METRI
Un film povero di idee, girato male e con delle lacune narrative così evidenti da renderlo noioso per lunghi tratti. "47 Metri" è un thriller drammatico con ambizioni horror che non ha né capo né coda. E' un mistero come pellicole di questo tipo possano arrivare in sala e (potenzialmente) anche a una platea piuttosto ampia. La trama. Durante un'immersione in Messico, due sorelle, Kate e Lisa, rimangono intrappolate sul fondo dell'Oceano. Con una riserva d'aria di 60 minuti e le acque infestate da squali bianchi, dovranno riuscire a mettersi in salvo. Le due eroine, Mandy Moore e Claire Holt, non sono né aiutate…

Score

SCORE - 3

3

3

Un film povero di idee, girato male e con delle lacune narrative così evidenti da renderlo noioso per lunghi tratti. “47 Metri” è un thriller drammatico con ambizioni horror che non...

Leggi Articolo »