IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Canzone d'autore > DAVID RAGGHIANTI

DAVID RAGGHIANTI Portland

DAVID_RAGGHIANTI_portland

L’esordio del cantautore David Ragghianti (prodotto con maestria dal sempre bravo Giuliano Dottori) è all’insegna di un cantautorato dove le piccole cose, la quotidianità e tutto ciò che ruota attorno all’Io hanno un ruolo centrale, importantissimo. Un disco dell’ego, dunque? No, David Ragghianti racconta in “Portland” le sue storie in punta di penna e le interpreta davvero molto bene, forte di un timbro vocale versatile, capace di personalizzare al meglio le nove canzoni in scaletta. Il pop è un altro elemento nella musica di Ragghianti, ma resta in secondo piano e non reclama particolare spazio.

Cosa non va? Dal punto di vista melodico si poteva (forse) fare qualcosa di più, perché in diverse occasioni sembra quasi che i brani siano lì per decollare e poi restano invece su un livello costante.

Il singolo scelto, ovvero “Tema del filo”, è un buon biglietto da visita, ma a nostro avviso è “Dove conduci” il pezzo migliore del compact, perché in esso ci sono tutte le qualità dell’artista toscano. Sarebbe un delitto non promuoverlo a singolo.

L'esordio del cantautore David Ragghianti (prodotto con maestria dal sempre bravo Giuliano Dottori) è all'insegna di . Un disco dell'ego, dunque? No, David Ragghianti racconta in "Portland" le sue storie in punta di penna e le interpreta davvero molto bene, forte di un timbro vocale versatile, capace di personalizzare al meglio le nove canzoni in scaletta. Il pop è un altro elemento nella musica di Ragghianti, ma resta in secondo piano e non reclama particolare spazio. Cosa non va? Dal punto di vista melodico si poteva (forse) fare…

Score

QUALITA' - 62%

62%

62

Tag