IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Italiano > DON ANTONIO

DON ANTONIO Don Antonio

Un disco particolare, all'interno del quale è facile incrociare frammenti diversi: dal rock al blues, il tutto nel nome della world music con un affaccio sul Mediterraneo e un sognare i Caraibi, il Brasile. "Don Antonio" è il primo lavoro solista di Antonio Gramentieri, musicista, produttore, fondatore di Sacri Cuori e autore di musiche per il cinema, il teatro, la televisione e la pubblicità. Registrato in Sicilia (allo Zen Arcade, con la collaborazione di Cesare Basile) e rifinito in Romagna, l'album si ascolta con estrema facilità: la scaletta è fluida, le linee melodiche sono discrete, i ritmi tra lo sfacciato e…

Score

QUALITA' - 65%

65%

65

don antonio

Un disco particolare, all’interno del quale è facile incrociare frammenti diversi: dal rock al blues, il tutto nel nome della world music con un affaccio sul Mediterraneo e un sognare i Caraibi, il Brasile. “Don Antonio” è il primo lavoro solista di Antonio Gramentieri, musicista, produttore, fondatore di Sacri Cuori e autore di musiche per il cinema, il teatro, la televisione e la pubblicità.

Registrato in Sicilia (allo Zen Arcade, con la collaborazione di Cesare Basile) e rifinito in Romagna, l’album si ascolta con estrema facilità: la scaletta è fluida, le linee melodiche sono discrete, i ritmi tra lo sfacciato e la voglia di relax, e non c’è alcun intellettualismo, anzi, c’è un’idea di suono che è molto… popular, cioè capace di abbracciare una platea ampia. Il disco nel suo insieme funziona piuttosto bene, anche se – come detto all’inizio – ha diverse anime e quindi non è facile da fissare in un’unica inquadratura.

Tag