IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Interviste > DYDO
DYDO

DYDO «Le canzoni sono sempre fotografie di momenti e la vita è un susseguirsi di emozioni»

Per registrare il video di “Morfina“, il rapper Dydo è andato sino a Praga. Ma per l’ispirazione del brano, invece, non ha dovuto fare tanti chilometri: «Il testo è riferito ad una persona e ad una situazione specifica e racconto tutto senza risparmiare nemmeno un grammo di rabbia». “Morfina” è il primo dei 3 singoli che anticipano l’uscita del suo nuovo album, “Orgasmi al Cuore“, uscita prevista per primavera/estate 2017 e questi 3 brani riassumono le 3 fasi che seguono la fine di una storia d’amore: “Morfina” rappresenta la rabbia, “Senza volermi bene” racconterà lo stato d’animo più vulnerabile in cui si tende a sminuirsi, “Da solo” rappresenterà il momento della consapevolezza, quel momento in cui guardi tutto con lucidità e riprendi in mano la tua vita.

“Morfina” e i prossimi singoli che usciranno prima del disco sembrano avere un approccio molto disincantato nei confronti dell’amore e dei sentimenti. Addirittura in “Morfina” dici più volte “…non mi affeziono più”. 

«Le canzoni sono sempre fotografie di momenti e la vita è un susseguirsi di emozioni completamente diverse tra loro. “Morfina” rappresenta un momento preciso della mia vita e io, da anni a questa parte, ho deciso di essere sincero al 100%, anche a costo di apparire troppo crudo ed estremo. Se analizzi il modo in cui reagisci alle situazioni, noterai che nessuno di noi si censura nel momento in cui affronta una delusione e io nelle canzoni mantengo la stessa attitudine».

Pensi che davvero affezionarsi sia una fregatura?

«Non penso che affezionarsi sia una fregatura, ma in quel preciso momento lo pensavo e ho deciso di dirlo senza censurarlo».

Ricollegandomi alla domanda sopra, se i sentimenti non rappresentano un porto sicuro, in cosa vale la pena credere in quest’epoca di crisi?

«I sentimenti sono una delle poche cose per cui vale la pensa vivere a pieno e sono una delle poche cose a valere il rischio di una delusione. Non mi fa paura la delusione, mi fa molta più paura non avere un motivo per rischiare di riceverne una. Sicuramente il coltivare i propri sogni è un’altra di quelle cose per cui vale la pena di fare tanti sacrifici a costo di scottarsi col fuoco di una delusione».

“​Orgasmi al Cuore” è un titolo curioso. Perché lo hai scelto e cosa conterrà?

«”Orgasmi al Cuore” è il titolo del mio secondo album da solista che uscirà primavera/estate 2017. E’ un titolo forte che serve a far capire già da subito il contenuto del disco: brani emozionali in cui mi sono messo totalmente a nudo e dove racconto, nel bene o nel male, tutte le sensazioni che hanno investito la mia vita nell’ultimo anno. Un mix di rabbia, dolcezza, amore, amicizia e valori».

Tornando a “Morfina”, la donna alla quale è rivolto il brano esiste davvero oppure è la somma di esperienze diverse? Inoltre in ambito rap è lecito romanzare un po’ le storie oppure sei un sostenitore del “tutto vero”?

«Negli ultimi anni il “tutto vero” ha fatto da padrone nei miei brani e “Morfina” non è da meno; il testo è riferito ad una persona e ad una situazione specifica e racconto tutto senza risparmiare nemmeno un grammo di rabbia».

Che opinione hai delle donne in generale?

«Una bellissima opinione. Vedo molti casi in cui gli uomini di oggi non hanno le palle per meritarsi l’anima di certe donne fantastiche. Sono felice che un brano come “Sentiti Perfetta” sia stato accolto così bene dal pubblico femminile e che sia anche uno di quelli più cantati ai concerti».

Ascolti rap italiano? Cosa ti piace?

«Ascolto tantissima musica e, ovviamente, anche tanto rap italiano. Sicuramente tra i miei preferiti ci sono Tormento, HegoKid, Lana, Mecna, Coez e Luchè. Poi aggiungiamo Salmo, senza dubbio tra i più forti dal vivo. Degli artisti più giovani apprezzo molto la scrittura di Sercho, Cima e Nayt».

Tag