IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Five Songs > Altri Suoni > EGLE SOMMACAL

EGLE SOMMACAL

EGLE SOMMACAL

Egle Sommacal

Egle Sommacal è un chitarrista italiano. Il suo nome è indissolubilmente legato ai Massimo Volume. «Mi hanno chiesto di indicare 5 canzoni importanti per me. Non credo che spiegazioni e parole riescano a dare i motivi per cui una canzone, o in generale un brano di musica, diventi ad un certo punto importante in un particolare momento della nostra vita. Contingenze e percorsi diversi ci portano ad apprezzare musiche diverse (ma anche le stesse musiche in momenti diversi) e spesso i gusti degli altri ci appaiono “incomprensibili”. Mi scuso per il lungo preambolo, qui di seguito 5 brani, un po’ a caso e un po’ no. Per stuzzicare un po’ la curiosità ho cercato di mettere qualcosa che magari non tutti conoscono, comunque mi piacciono anche i Led Zeppelin e gli AC/DC, sia chiaro».

Philip Glass – Metamorphosis Two

Forse Glass non è il miglior compositore del mondo, certo uno dei più pagati. Comunque la sua influenza sulla musica contemporanea è enorme e credo sia l’unico compositore del Dopoguerra ad avere influenzato la musica pop. Avrei potuto indicare decine di altri suoi brani anche perché, come sostiene qualche mio amico, forse fa sempre lo stesso brano. Lo stesso bellissimo brano, aggiungo io.

David Lang – You will Return

Credo che il futuro della musica potrebbe seguire anche questa via. David Lang è il mio compositore contemporaneo preferito, fa parte di quel nutrito gruppo di musicisti chiamati “post-minimalisti” ed è cresciuto ascoltando Bach e Black Flag. Alla chitarra Bryce Dessner, chitarrista dei The National e con all’attivo un’incisione per la Deutsche Grammophon (profonda invidia…).

Alexander Knaifel – The Song Of The Most Holy Theotokos

Ci sono brani e compositori che hanno la funzione di aprirti la porta a nuovi mondi musicali di cui prima non eri nemmeno a conoscenza. Lo ammetto, per me, prima di imbattermi in Knaifel, la musica contemporanea dell’est si risolveva con Pärt e Henryk Górecki, ora non passa settimana che non mi imbatta in qualche compositore vivente che venga da quelle parti. Mia moglie dice che è diventata un’ossessione…

Death Grips – You might think he loves you for your money but I know what he really loves you for it’s your brand new leopard skin pillbox hat

Ma ti pare che una volta che ti innamori di un progetto ‘sti stronzi decidono di sciogliersi, oltretutto dopo pochi anni e dopo aver fatto un disco più bello dell’altro?

Emerson, Lake & Palmer – Tarkus

Non lo ascolto da almeno 35 anni, ero in prima media, il mio primo disco, beh, più importante di questo…

Tag