IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...

EVAN Evan

Prima cosa: bellissima la copertina - a video non rende, quindi fidatevi o cercatela sul web ad alta risoluzione, merita davvero. Veniamo al debutto (omonimo) di Evan, creatura musicale del compositore, produttore e dj partenopeo Gaetano Savio, che per tutta la durata dell'album lavora di fino destreggiandosi fra elettronica, jazz patinato e soul, dando vita a un compact che è ottimo come sottofondo, mentre se lanciato al centro del palco fatica a mostrare personalità. Sotto l'aspetto tecnico, il disco funziona: bella produzione, suoni non originalissimi ma serviti bene, buon mixaggio. Il problema però è che nessuna delle tracce in scaletta ha la forza…

Score

QUALITA' - 55%

55%

55

EVAN evan

Prima cosa: bellissima la copertina – a video non rende, quindi fidatevi o cercatela sul web ad alta risoluzione, merita davvero. Veniamo al debutto (omonimo) di Evan, creatura musicale del compositore, produttore e dj partenopeo Gaetano Savio, che per tutta la durata dell’album lavora di fino destreggiandosi fra elettronica, jazz patinato e soul, dando vita a un compact che è ottimo come sottofondo, mentre se lanciato al centro del palco fatica a mostrare personalità. Sotto l’aspetto tecnico, il disco funziona: bella produzione, suoni non originalissimi ma serviti bene, buon mixaggio. Il problema però è che nessuna delle tracce in scaletta ha la forza di un singolo e soprattutto mancano il cuore e il sangue a questo album. Oltre il vestito, insomma, c’è poco. Il pezzo migliore? “Say Goodbye”.

Tag