IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Alternative > EX-OTAGO

EX-OTAGO Marassi

Un passetto alla volta gli Ex-Otago sono diventati una bella realtà. All'inizio non avremmo scommesso granché sulla loro maturazione. E invece ci pigliamo le nostre responsabilità e non ci nascondiamo: ci hanno smentito. "Marassi" è un album pieno di singoli potentissimi, ma la cosa che esalta del disco è il perfetto mix fra pop, canzone d'autore ed elettronica. In scaletta 10 brani per 37 minuti di musica: l'elogio dell'essenzialità. Pezzi come "Cinghiali incazzati", "I giovani d'oggi", "La nostra pelle", "Gli occhi della Luna" danno la perfetta cifra stilistica del compact, ma soprattutto dicono che gli Ex-Otago sono oggi (ma…

Score

QUALITA' - 80%

80%

80

ex-otago marassi

Un passetto alla volta gli Ex-Otago sono diventati una bella realtà. All’inizio non avremmo scommesso granché sulla loro maturazione. E invece ci pigliamo le nostre responsabilità e non ci nascondiamo: ci hanno smentito. “Marassi” è un album pieno di singoli potentissimi, ma la cosa che esalta del disco è il perfetto mix fra pop, canzone d’autore ed elettronica.

In scaletta 10 brani per 37 minuti di musica: l’elogio dell’essenzialità. Pezzi come “Cinghiali incazzati”, “I giovani d’oggi”, “La nostra pelle”, “Gli occhi della Luna” danno la perfetta cifra stilistica del compact, ma soprattutto dicono che gli Ex-Otago sono oggi (ma forse lo erano già col disco precedente) un “prodotto” capace di guardare oltre i confini della scena indipendente. Le canzoni di “Marassi” non sfigurerebbero in contesti diversissimi: dal Premio Tenco al fu Festivalbar, passando per una qualunque sagra di paese. Sono brani che parlano ad almeno due generazioni – quella dei trentenni e dei quarantenni – con leggerezza ed efficacia. Insomma, un album così bello che a pigliarne solo una copia ti resta persino il dubbio di avergli fatto un torto.

Tag