IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Canzone d'autore > FABIO CINTI

FABIO CINTI Forze Elastiche

Fabio Cinti ha collaborato in carriera anche con Franco Battiato. Quindi, come prima cosa, non stupitevi se durante l'ascolto di "Forze Elastiche" avrete la sensazione di avvertire la presenza (soprattutto nei testi) del Maestro. Altre fascinazioni? Beh, l'album guarda spesso agli Anni Ottanta, si abbevera dalla fonte del cantautorato italiano, la produzione artistica è stata curata da Paolo Benvegnù (e si sente), e la scaletta in alcuni frangenti ti fa correre la mente a certe cose di Giovanni Lindo Ferretti. Il disco vede la partecipazione - fra gli altri - di Nada Malanima, The Niro e Alessandro Grazian. E' un buon lavoro? Vogliamo essere sinceri:…

Score

QUALITA' - 60%

60%

60

FABIO CINTI forze elastiche

Fabio Cinti ha collaborato in carriera anche con Franco Battiato. Quindi, come prima cosa, non stupitevi se durante l’ascolto di “Forze Elastiche” avrete la sensazione di avvertire la presenza (soprattutto nei testi) del Maestro. Altre fascinazioni? Beh, l’album guarda spesso agli Anni Ottanta, si abbevera dalla fonte del cantautorato italiano, la produzione artistica è stata curata da Paolo Benvegnù (e si sente), e la scaletta in alcuni frangenti ti fa correre la mente a certe cose di Giovanni Lindo Ferretti. Il disco vede la partecipazione – fra gli altri – di Nada Malanima, The Niro e Alessandro Grazian.

E’ un buon lavoro? Vogliamo essere sinceri: non ci convince pienamente. E’ senza dubbio un album di valore dal punto di vista lirico: sui testi è stato fatto un lavoro di qualità. Dal punto di vista musicale, invece, “Forze Elastiche” fatica ad esprimere uno stile e la scaletta extra large (20 episodi per 59 minuti di musica) non aiuta di certo. A tratti si ha l’impressione di un prodotto troppo cerebrale, troppo pensato, privo di istinto, naturalezza e spontaneità. Un prodotto buono per far gridare al “miracolo” le nicchie.

In conclusione: la sufficienza è per premiare la qualità dei testi. Da segnalare, a chiusura del compact, la bella cover di “Biko” di Peter Gabriel.

Tag