IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Jazz > FREE NELSON MANDOOMJAZZ 

FREE NELSON MANDOOMJAZZ  Awakening Of A Capital

FREE_NELSON_MANDOOMJAZZ_awakening_of_a_capital

Il sax di Rebecca Sneddon pare quasi una voce, a tratti straziata, quasi a snaturalizzarsi, in altri malinconica in una forma più tradizionale – il basso profondo di Colin Stewart affiancato dalla batteria di Paul Archibald con i suoi ritmi cadenzati e lenti completano il trio, accompagnando l’ascoltatore in un’atmosfera cupa ispirata ad una mescolanza tra free jazz, noise e doom; da questa fusione nasce un genere da loro ideato e battezzato “doom jazz”.  “Awakening Of A Capital” dei Free Nelson MandoomJazz è un album interessante sia per lo stile esecutivo sia per il missaggio (effettuato in italia dal grandissimo Eraldo Bernocchi).

Brani da farvi notare per darvi un’idea delle potenzialità del gruppo? “The Land Of Heat And Greed”, “Erich Zann” e “Beneath The Sea”. Sapere poi che il titolo del compact è un omaggio alla registrazione di Luigi Russolo “Risveglio di una città” rende ancor più chiare le influenze musicali dei Free Nelson MandoomJazz.

Mattia Niero

Il sax di Rebecca Sneddon pare quasi una voce, a tratti straziata, quasi a snaturalizzarsi, in altri malinconica in una forma più tradizionale - il basso profondo di Colin Stewart affiancato dalla batteria di Paul Archibald con i suoi ritmi cadenzati e lenti completano il trio, .  "Awakening Of A Capital" dei Free Nelson MandoomJazz è un album interessante sia per lo stile esecutivo sia per il missaggio (effettuato in italia dal grandissimo Eraldo Bernocchi). Brani…

Score

QUALITA' - 68%

68%

68

Tag