IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Canzone d'autore > GIUSEPPE RIGHINI

GIUSEPPE RIGHINI Houdini

GIUSEPPE_RIGHINI_houdini

E’ un disco ben riuscito, quello di Giuseppe Righini. L’elettronica è dosata con buongusto, i testi sanno incuriosire, il cantato è interessante e la fruibilità pop dell’album è apprezzabile, anche se con un pizzico di coraggio in più sarebbe potuto venir fuori un lavoro ancora più potente. Ma sarebbe ingeneroso mettersi a criticare oltre misura un compact che funziona dall’inizio alla fine e che ha un paio di pezzi davvero notevoli, che potrebbero persino ammaliare i network nazionali.

Houdini” (Ribéss Records/Audioglobe) è nato nel corso del 2014 tra Rimini e Berlino ed è stato impreziosito dalla presenza in due episodi dei sempre bravi Miscellanea BeatGiuseppe ha scritto i brani di questo nuovo cd in Germania per poi registrarli e produrli in Italia insieme a Fulvio Mennella. Il risultato? Un album raffinato, intimo, che prova a unire cantautorato ed elettronica con l’obiettivo di proporre all’ascoltatore qualcosa di originale. Non tutta la scaletta esprime valori altissimi, ma anche le canzoni che convincono meno (le ultime due, ad esempio) strappano la sufficienza in scioltezza. I pezzi migliori? “Magdalène” (un singolo perfetto) e “Bye Bye Baba”.

E' un disco ben riuscito, quello di Giuseppe Righini. L'elettronica è dosata con buongusto, i testi sanno incuriosire, il cantato è interessante e la fruibilità pop dell'album è apprezzabile, anche se con un pizzico di coraggio in più sarebbe potuto venir fuori un lavoro ancora più potente. . "Houdini" (Ribéss Records/Audioglobe) è nato nel corso del 2014 tra Rimini e Berlino ed è stato impreziosito dalla presenza in due episodi dei sempre bravi Miscellanea…

Score

QUALITA' - 65%

65%

65

Tag