IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > EP > GRETA

GRETA Wonderful

A volte una bella voce e qualche buon brano non bastano, ci vuole quel tocco capace di dare al tutto una veste accattivante. In questo caso Greta è stata fortunata, perché il suo EP è stato prodotto a Londra da David Ezra e onestamente sul suono e sugli arrangiamenti il lavoro è stato eccellente, con tanti piccoli "effettini" . La title track è un buon singolo, ma è "Won't tell it", con il suo incedere fra pop moderno e r'n'b, a portare Greta a un livello…

Score

QUALITA' - 70%

70%

70

greta wonderful

A volte una bella voce e qualche buon brano non bastano, ci vuole quel tocco capace di dare al tutto una veste accattivante. In questo caso Greta è stata fortunata, perché il suo EP è stato prodotto a Londra da David Ezra e onestamente sul suono e sugli arrangiamenti il lavoro è stato eccellente, con tanti piccoli “effettini” che contribuiscono a rendere i quattro pezzi in scaletta attuali e mai troppo sfacciatamente pop.

La title track è un buon singolo, ma è “Won’t tell it”, con il suo incedere fra pop moderno e r’n’b, a portare Greta a un livello superiore. “Song N.5” e “Devils” sono canzoni che riescono a dare ulteriore sostanza a un EP che in pratica non ha punti deboli.

Tag