IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Electro > IMMANUEL CASTO

IMMANUEL CASTO The Pink Album

IMMANUEL_CASTO_the_pink_album

Nell’eccesso, Immanuel Casto ci sguazza. Gli piace proprio un sacco provocare, scuotere, mischiare alto e basso, quindi frullare la meravigliosa Tying Tiffany, con “Sabrina” degli Einstürzende Neubauten e poi metterci dentro allusioni più o meno velate e tematiche attuali legate all’omosessualità, doppisensi, elettronica, pop. Da qualsiasi lato la prendi, l’arte di Casto si presta a ogni genere di critica e forse l’artista ne è persino contento. Vi diciamo la nostra: a noi “The Pink Album” piace un casino. Il primo ascolto è esaltante: l’elettronica proposta è sfiziosa, la fruibilità pop delle canzoni è spinta al massimo del suo potenziale e i testi meritano di essere letti perché hanno il dono di riuscire a parlare a un pubblico trasversale per età, interessi e persino formazione culturale. Insomma, detta in parole povere: “The Pink Album” è un lavoro intelligente perché usando un linguaggio alla mano riesce a trasmettere messaggi che vanno oltre il banale concetto di amore per se stessi e per gli altri o di accettazione del diverso. Qui siamo già a un livello superiore.

In scaletta 11 brani per 42 minuti di musica. I pezzi migliori? Faremmo prima a segnalare i brani che non funzionano, ma se proprio dobbiamo fare una selezione, vi consigliamo “Da grande sarai fr**io” (il testo è stato scritto con Fabio Canino), “Rosico”, “Discodildo” e “Horror Vacui” con Romina Falconi che dà un contributo meraviglioso. In conclusione: vale assolutamente l’ascolto. Fra le cose più… utili uscite in Italia nel 2015.

Nell'eccesso, Immanuel Casto ci sguazza. Gli piace proprio un sacco provocare, scuotere, mischiare alto e basso, quindi frullare la meravigliosa Tying Tiffany, con "Sabrina" degli Einstürzende Neubauten e poi metterci dentro allusioni più o meno velate e tematiche attuali legate all’omosessualità, doppisensi, elettronica, pop. Da qualsiasi lato la prendi, l'arte di Casto si presta a ogni genere di critica e forse l'artista ne è persino contento. Vi diciamo la nostra: a noi "The Pink Album" piace un casino. Il primo ascolto è esaltante: l'elettronica proposta è sfiziosa, la fruibilità pop delle canzoni è spinta al massimo del suo potenziale e i testi meritano…

Score

QUALITA' - 76%

76%

76

Tag