IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > EP > KILL YOUR BOYFRIEND

KILL YOUR BOYFRIEND Ghosts

In cabina di regia il sempre bravo Tommaso Mantelli, ma la sua presenza non ha reso "Ghosts" un disco particolarmente brillante perché ok, puoi lavorare sulla cornice quanto vuoi, ma se la sostanza non c'è è un bel casino. Il duo veneto Kill Your Boyfriend ha messo assieme quattro tracce fra dark, punk, noise, e altre fascinazioni molto Anni Ottanta. L'EP non è suonato male, ma oggettivamente tutti i suoni qui proposti li abbiamo già ascoltati un miliardo di volte in un passato più o meno recente, e stentiamo quindi a trovare qualcosa di originale lungo la scaletta. Insomma, tanto…

Score

QUALITA' - 55%

55%

55

KILL YOUR BOYFRIEND ghosts

In cabina di regia il sempre bravo Tommaso Mantelli, ma la sua presenza non ha reso “Ghosts” un disco particolarmente brillante perché ok, puoi lavorare sulla cornice quanto vuoi, ma se la sostanza non c’è è un bel casino.

Il duo veneto Kill Your Boyfriend ha messo assieme quattro tracce fra dark, punk, noise, e altre fascinazioni molto Anni Ottanta. L’EP non è suonato male, ma oggettivamente tutti i suoni qui proposti li abbiamo già ascoltati un miliardo di volte in un passato più o meno recente, e stentiamo quindi a trovare qualcosa di originale lungo la scaletta. Insomma, tanto fumo e poco arrosto.

Tag