IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Folk > LA BANDA DI PIERO

LA BANDA DI PIERO Rocambolesco

LA-BANDA-DI-PIERO-rocambolesco

E’ musica che sa intrattenere, quella de La Banda di Piero. Purtroppo però ha un grosso limite, ovvero un suono che richiama alla mente tante altre proposte artistiche che col rock-folk c’hanno costruito sopra una carriera. Eh sì, “Rocambolesco” è un album che fatica a mostrare una propria identità: non è un disco mediocre, intendiamoci, però profuma di “già sentito”. Dalla sua – come detto all’inizio – ha la capacità di non annoiare, perché tecnicamente è suonato bene e qua e là ci sono delle intuizioni melodiche di pregio che magari non contribuiscono a spingere il disco oltre la sufficienza, ma che comunque riescono a mettere in evidenza un gruppo che non risparmia energie. Insomma, un lavoro con troppi alti e bassi, che lungo la scaletta si concede anche degli affondi nei territori della canzone d’autore – facile imbattersi in certe fascinazioni che fanno andare la memoria a Fabrizio De Andrè.

E' musica che sa intrattenere, quella de La Banda di Piero. Purtroppo però ha un grosso limite, ovvero un suono che richiama alla mente tante altre proposte artistiche che col rock-folk c'hanno costruito sopra una carriera. Eh sì, "Rocambolesco" è un album che fatica a mostrare una propria identità: non è un disco mediocre, intendiamoci, però profuma di "già sentito". Dalla sua - come detto all'inizio - ha la capacità di non annoiare, perché tecnicamente è suonato bene e qua e là ci sono delle intuizioni melodiche di pregio che magari non contribuiscono a spingere il disco oltre la sufficienza, ma…

Score

QUALITA' - 53%

53%

53

Tag