IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Must-Have > LE CARTE

LE CARTE 100

Avete passione per Afterhours e Ministri? Vi piacciono le voci ruvide e quel rock che si allunga (senza sbracare) verso il pop? Allora fate un passo indietro nel 2012 e nel contempo fate un pensierino al disco di questo gruppo attivo dal 2007, formato da basso, batteria e chitarra, e che in "100" ha dimostrato di sapere come scrivere canzoni con dei testi efficaci. Tutti i brani dell’album hanno qualcosa da dire e anche la cover del mitico Rino Gaetano "Mio fratello è figlio unico", alla fine, ci sta bene in un panorama di per sé eccellente. Quello che…

Score

0

LE CARTE 100

Avete passione per Afterhours e Ministri? Vi piacciono le voci ruvide e quel rock che si allunga (senza sbracare) verso il pop? Allora fate un passo indietro nel 2012 e nel contempo fate un pensierino al disco di questo gruppo attivo dal 2007, formato da basso, batteria e chitarra, e che in “100” ha dimostrato di sapere come scrivere canzoni con dei testi efficaci.

Tutti i brani dell’album hanno qualcosa da dire e anche la cover del mitico Rino Gaetano “Mio fratello è figlio unico”, alla fine, ci sta bene in un panorama di per sé eccellente. Quello che piace de Le Carte – in questo capitolo – sono le idee e la capacità di costruire giri melodici che arrivano all’orecchio dell’ascoltatore già al primo contatto. Il compact è infarcito di potenziali singoli: “Il tempo che non vivo”, “Vinili e dischi” “Mi ami-Non mi odi”.

Tag