IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Blues > LEAF RAPIDS

LEAF RAPIDS Lucky Stars

LEAF_RAPIDS_lucky_stars

Una voce dolcissima ed un sound decisamente country sono le fondamenta del duo canadese Leaf Rapids, reso particolare da un insolito theremin che ogni tanto fa capolino tra banjo, violini e lap steel. Durante l’ascolto, oltre a canzoni quali “Healing Feeling” (spaziante verso il blues) o la dolce “Vulture Lullaby” (quasi una nenia per la sua tranquillità e dolcezza), ci sono anche due cover: “Don’t Be Scared” (The Handsome Family) e “The Man Who Sold The World” (David Bowie), entrambe rielaborate sotto una nuova veste, con astuzia e buongusto e capaci di farci apprezzare ancor di più il lavoro svolto dai due musicisti, ovvero Keri (alla voce) e suo marito e bassista Devin Latimer.

In conclusione: “Lucky Stars” dei Leaf Rapids dà ad intendere che la band sa dove vuole arrivare, regalandoci un ascolto rilassante e piacevole, fruibilissimo anche ai più accaniti ascoltatori di generi pesanti.

Mattia Niero

Una voce dolcissima ed un sound decisamente country sono le fondamenta del duo canadese Leaf Rapids, reso particolare da un insolito theremin che ogni tanto fa capolino tra banjo, violini e lap steel. Durante l'ascolto, oltre a canzoni quali "Healing Feeling" (spaziante verso il blues) o la dolce "Vulture Lullaby" (quasi una nenia per la sua tranquillità e dolcezza), ci sono anche due cover: "Don't Be Scared" (The Handsome Family) e "The Man Who Sold The World" (David Bowie), entrambe rielaborate sotto una nuova veste, con astuzia e buongusto e capaci di farci apprezzare ancor di più il lavoro svolto dai due musicisti, ovvero…

Score

QUALITA' - 65%

65%

65

Tag