IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Italiano > LIKE A PAPERPLANE

LIKE A PAPERPLANE Unfolding light

LIKE_A_PAPERPLANE_unfolding_light

Partiamo dalle cose negative: il disco si perde talvolta in lungaggini che alla fine appesantiscono e limitano i contenuti. C’è insomma troppa carne al fuoco e qualche costruzione sonora si poteva asciugare per rendere l’album più compatto. Detto questo, però, l’universo musicale degli italianissimi Like A Paperplane ci piace perché riesce a unire il post rock alla sensibilità tricolore per i suoni caldi, per le atmosfere che grondano emotività. In quest’ottica non c’è un brano – dei 10 in scaletta – che non abbia una melodia accattivante al suo interno oppure un cambio di registro finalizzato a prendere sottobraccio l’ascoltatore con fare rassicurante. Se quindi l’obiettivo era sfornare un lavoro in grado di parlare (senza parole) una lingua facile e chiara, allora il risultato è stato brillantemente raggiunto, al contrario se l’obiettivo era creare un lavoro omogeneo, allora la sfida è stata parzialmente persa per i motivi descritti in precedenza.

E’ una questione di bicchiere mezzo vuoto o mezzo pieno. Anche se facendo i conti della serva, la bilancia pende senza dubbio verso gli aspetti positivi e migliori del compact.

Partiamo dalle cose negative: il disco si perde talvolta in lungaggini che alla fine appesantiscono e limitano i contenuti. C'è insomma troppa carne al fuoco e qualche costruzione sonora si poteva asciugare per rendere l'album più compatto. Detto questo, però, . In quest'ottica non c'è un brano - dei 10 in scaletta - che non abbia una melodia accattivante al suo interno oppure un cambio di registro finalizzato a prendere sottobraccio l'ascoltatore con…

Score

QUALITA' - 62%

62%

62

Tag