IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Hip Hop > LUSTRO

LUSTRO L'anno della luce

Lustro non è un nome nuovo della scena hip hop italiana: originario di Foggia, è socio della primissima ora di Mecna e fondatore insieme a lui e Totò Nasty del gruppo Microphones Killarz. "L'anno della luce" è . I testi zoomano dentro e fuori il quotidiano dell'artista pugliese, che sulle tracce lente ("Il nulla", ad esempio) offre il meglio di sé. Cosa non ci piace? Talvolta gli effetti sulla voce, e forse avremmo tolto un paio di tracce…

Score

QUALITA' - 66%

66%

66

LUSTRO l'anno_della_luce

Lustro non è un nome nuovo della scena hip hop italiana: originario di Foggia, è socio della primissima ora di Mecna e fondatore insieme a lui e Totò Nasty del gruppo Microphones Killarz.

L’anno della luce” è un disco distante dalle mode del momento, con delle basi che guardano all’immaginario degli Anni Novanta e un flow pastoso che spesso incrocia ritornelli azzeccati. I testi zoomano dentro e fuori il quotidiano dell’artista pugliese, che sulle tracce lente (“Il nulla”, ad esempio) offre il meglio di sé. Cosa non ci piace? Talvolta gli effetti sulla voce, e forse avremmo tolto un paio di tracce per dare maggiore omogeneità alla scaletta. In conclusione: un lavoro old school che però non puzza di “già sentito”, un album con una qualità media superiore alla sufficienza.

Tag