IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Must-Have > MADASKI

MADASKI Dance or Die

Dici 2002 e ti sembra un secolo fa. Nel mezzo è successo di tutto in ambito musicale. All'epoca il rap, in Italia, non se lo cagava nessuno, mentre quindici anni dopo è diventato il verbo senza il quale ogni frase (musicale) risulta monca. Anche in ambito elettronico ne sono successe di tutti i colori: le mode si sono alternate a una velocità pazzesca. Mettiamo però dei punti fermi. "Dance or Die", anche a distanza di quasi tre lustri, resta un disco avanti, persino troppo avanti per la stitica scena elettronica italiana, un lavoro capace di prendere la lezione di…

Score

0

MADASKI dance die

Dici 2002 e ti sembra un secolo fa. Nel mezzo è successo di tutto in ambito musicale. All’epoca il rap, in Italia, non se lo cagava nessuno, mentre quindici anni dopo è diventato il verbo senza il quale ogni frase (musicale) risulta monca. Anche in ambito elettronico ne sono successe di tutti i colori: le mode si sono alternate a una velocità pazzesca. Mettiamo però dei punti fermi. “Dance or Die“, anche a distanza di quasi tre lustri, resta un disco avanti, persino troppo avanti per la stitica scena elettronica italiana, un lavoro capace di prendere la lezione di Trent Reznor e Aphex Twin e rimaneggiarla con padronanza e classe. Peccato che del bel disco di Madaski (l’ultimo da solista per il leader degli Africa Unite) oggi sia difficilissimo trovarne traccia nei negozi ma anche negli store digitali. Resta un lavoro completo, con delle tastiere bellissime. I brani migliori? La title track e “Sanctify your Soul”.

Tag