IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Autoproduzione > MARGO SANDA

MARGO SANDA Delay

Una bella voce espressiva è un po' come quella cosa "dell'altezza mezza bellezza". Prendete "Delay" di Margo Sanda, un disco di elettronica con delle buone idee e delle linee melodiche che in alcuni passaggi (vedi il singolo "More") lasciano la mente dell'ascoltatore libera di viaggiare. Ebbene, il valore aggiunto di "Delay" è senza dubbio la voce di Margo Sanda, che sa caricare i suoi pezzi della giusta tensione emotiva. Il risultato è questo EP di 6 canzoni dove il pop è l'invitato dell'ultimo minuto ma anche il più gradito. Questo per dire che l'album, partendo da posizioni dichiaratamente elettroniche, non…

Score

QUALITA' - 70%

70%

70

margo sanda delay

Una bella voce espressiva è un po’ come quella cosa “dell’altezza mezza bellezza”. Prendete “Delay” di Margo Sanda, un disco di elettronica con delle buone idee e delle linee melodiche che in alcuni passaggi (vedi il singolo “More”) lasciano la mente dell’ascoltatore libera di viaggiare. Ebbene, il valore aggiunto di “Delay” è senza dubbio la voce di Margo Sanda, che sa caricare i suoi pezzi della giusta tensione emotiva. Il risultato è questo EP di 6 canzoni dove il pop è l’invitato dell’ultimo minuto ma anche il più gradito. Questo per dire che l’album, partendo da posizioni dichiaratamente elettroniche, non disdegna di ampliare i propri orizzonti verso l’orecchiabilità e persino verso i confini del folk. Detto che “More” è un ottimo episodio, occhio anche a “Enjoy”, “Light Hat” e “Vuoto”. Insomma, una prova convincente.

Tag