IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Pop > MELANIE PAIN

MELANIE PAIN Parachute

Messo su il disco di Mélanie Pain, la prima cosa che abbiamo pensato - dopo 30 secondi - è stata: "...che classe". Mélanie Pain ha classe. Il suo pop francese è attualissimo, ha una struttura solida e arrangiamenti deliziosi. Ti innamori di "Parachute" senza fare grossi sforzi, e la forza espressiva di Mélanie è così potente che puoi persino permetterti di ascoltare il suo album facendo bellamente dell'altro. L'iniziale "Comme une balle" non fa prigionieri e rappresenta il punto più alto del disco, le rimanenti 9 tracce sono una sorpresa continua: la voce della Pain è il centro, e tutto attorno le…

Score

QUALITA' - 72%

72%

72

MELANIE PAIN parachute

Messo su il disco di Mélanie Pain, la prima cosa che abbiamo pensato – dopo 30 secondi – è stata: “…che classe”. Mélanie Pain ha classe. Il suo pop francese è attualissimo, ha una struttura solida e arrangiamenti deliziosi. Ti innamori di “Parachute” senza fare grossi sforzi, e la forza espressiva di Mélanie è così potente che puoi persino permetterti di ascoltare il suo album facendo bellamente dell’altro. L’iniziale “Comme une balle” non fa prigionieri e rappresenta il punto più alto del disco, le rimanenti 9 tracce sono una sorpresa continua: la voce della Pain è il centro, e tutto attorno le fascinazioni musicali cambiano e si sommano fra loro, dando al disco un evidentissimo respiro internazionale. Altri brani che meritano un ascolto attento sono “On dirait”, “Pristine” e “Le mot”. In conclusione: un lavoro imperdibile.

Tag