IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Classica > MESSINA SIGNORILE

MESSINA SIGNORILE Banaba

Marco Messina dei 99 Posse e il pianista Mirko Signorile sono i genitori di questo "Banaba", un album che gli stessi hanno definito "di elettro-jazz", ma onestamente noi dentro ci abbiamo trovato un sacco di cose (uguali e diverse), a partite da certe fascinazioni elettroniche tipicamente Anni Novanta, sino al rock, alla melodia, alla classica. Il disco vede la presenza di vari ospiti: dalla sempre brava Erica Mou, a Ursula Rucker, passando per Paolo Fresu e Juliana Maruggi. La scaletta prende per mano l'ascoltatore e lo porta in una dimensione soffice, dove i suoni sono sì gentili ma anche concreti, ben calibrati, non…

Score

QUALITA' - 70%

70%

70

MESSINA SIGNORILE banaba

Marco Messina dei 99 Posse e il pianista Mirko Signorile sono i genitori di questo “Banaba“, un album che gli stessi hanno definito “di elettro-jazz”, ma onestamente noi dentro ci abbiamo trovato un sacco di cose (uguali e diverse), a partite da certe fascinazioni elettroniche tipicamente Anni Novanta, sino al rock, alla melodia, alla classica.

Il disco vede la presenza di vari ospiti: dalla sempre brava Erica Mou, a Ursula Rucker, passando per Paolo Fresu e Juliana Maruggi. La scaletta prende per mano l’ascoltatore e lo porta in una dimensione soffice, dove i suoni sono sì gentili ma anche concreti, ben calibrati, non ci sono cazzatine sonore messe lì per allungare terribilmente il brodo. L’ascolto è fluido e ci vogliono pochissimi contatti per entrare in perfetta sintonia con il compact. Entrando nel dettaglio, bellissimo il tappeto elettronico di “Seven Clan”, ottima Juliana Maruggi in “Love Share”, perfetta anche la Mou in “Iblis”.

In conclusione: un lavoro che accelera e decelera lungo la linea dell’elettronica, che ha pochissime flessioni e che non insegue alcuna moda del momento.

Tag