IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...

MIELE

MIELE

Miele

Miele nasce a Caltanissetta il 13 maggio del 1989. All’età di 13 anni comincia a muovere i primi passi nella musica. All’età di 23 anni decide di trasferirsi a Milano e frequentare il CPM Music Institute dove si iscrive ai corsi di canto, piano complementare e song writing. Attività parallela a quella dei concorsi è senza dubbio quella del “musicista di strada” a cui non rinuncia: «Cantare fra la gente a ridosso di una chiesa, una piazza o un portico antico è uno degli esperimenti che qualunque musicista dovrebbe concedersi. Il contatto con la gente è talmente intenso da diventare quasi fisico». Sulla sua cinquina ha detto: «”Elephant Gun” mi commuove e mi fa sorridere. Per quanto riguarda “Kozmic Blues”, sono affascinata dalla malinconia e questo brano è estremamente malinconico. Ho scelto la canzone di Dalla perché è in assoluto la mia preferita. E’ una canzone fantastica. Lucio Dalla univa strumento (voce) e testo come nessun altro. “C’è tempo”: la tematica del tempo che scorre mi tormenta, diciamo che questo pezzo mi piace parecchio perché mi rassicura. E’ in assoluto il testo più bello che abbia mai letto. Infine “La donna cannone” è la più bella canzone pop che sia stata mai scritta. Avrei voluto scriverla io, lo penso ogni volta che l’ascolto». Di seguito le sue 5 canzoni preferite…

Beirut – Elephant Gun

Lucio Dalla – Balla balla ballerino

Ivano Fossati – C’è tempo

Janis Joplin – Kozmic Blues

Francesco De Gregori – La donna cannone

Tag