IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Autoproduzione > NINA MADÙ E LE RELIQUIE COMMESTIBILI

NINA MADÙ E LE RELIQUIE COMMESTIBILI Octopussa

"Octopussa" è quel tipo di roba che fai sempre una gran fatica a descrivere, perché . Rischi di fare la figura del nerd che vuole comunque parlare di arrangiamenti, linee melodiche e bla, bla, bla. Proviamo a fissare alcuni punti. Nina Madù e le Reliquie Commestibili - ipse dixit - è una rock band specializzata in canzoni surreal-demenziali. Il loro album mette assieme 7 pezzi più una stupidissima e geniale bonus track. L'ascolto è curioso, abbastanza gradevole, la corda viene tirata parecchio ma non…

Score

QUALITA' - 60%

60%

60

NINA MADÙ octopussa

Octopussa” è quel tipo di roba che fai sempre una gran fatica a descrivere, perché teatro e canzone si fondono così perfettamente che diventa un casino parlare di suoni e cose simili. Rischi di fare la figura del nerd che vuole comunque parlare di arrangiamenti, linee melodiche e bla, bla, bla.

Proviamo a fissare alcuni punti. Nina Madù e le Reliquie Commestibili – ipse dixit – è una rock band specializzata in canzoni surreal-demenziali. Il loro album mette assieme 7 pezzi più una stupidissima e geniale bonus track. L’ascolto è curioso, abbastanza gradevole, la corda viene tirata parecchio ma non si spezza mai, le liriche sono puro delirio, ma sono recitate magnificamente e l’accompagnamento musicale (ordinario ma appropriato) non reclama troppo spazio. In conclusione: un disco che può esprimere il massimo del suo potenziale soltanto dal vivo, mentre su compact non tutte le sfumature della voce riescono a prendere in ostaggio l’attenzione dell’ascoltatore. Canzone d’autore surreale e demenziale per un pubblico vario. Il pezzo migliore? “Collutazione con la hostess”.

Tag