IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...

LA NOTTE Volevo fare bene

Quando avevamo sentito la title track - prima dell'uscita del disco - non è che ci avesse entusiasmato più di tanto. E invece all'interno dell'album, il singolo diventa... altro, diventa potente perché il contesto è potente. "Volevo fare bene" è un disco di cantautorato moderno, abbastanza in linea con quello che si ascolta adesso nel circuito indipendente, ma attenzione, c'è modo e modo di accodarsi alle mode e c'è modo e modo di scrivere, cantare e suonare. I toscani La Notte non sono ruffiani sotto questo punto di vista e hanno piena proprietà dei loro mezzi artistici, qui usati…

Score

QUALITA' - 70%

70%

70

notte volevo beneQuando avevamo sentito la title track – prima dell’uscita del disco – non è che ci avesse entusiasmato più di tanto. E invece all’interno dell’album, il singolo diventa… altro, diventa potente perché il contesto è potente.

Volevo fare bene” è un disco di cantautorato moderno, abbastanza in linea con quello che si ascolta adesso nel circuito indipendente, ma attenzione, c’è modo e modo di accodarsi alle mode e c’è modo e modo di scrivere, cantare e suonare. I toscani La Notte non sono ruffiani sotto questo punto di vista e hanno piena proprietà dei loro mezzi artistici, qui usati per tratteggiare canzoni scritte bene, suonate bene e cantate con maturità. E’ un disco abbastanza solido, con delle buone idee dal punto di vista melodico e una propensione al racconto, alla narrativa, che premia l’ascoltatore più esigente.

Le canzoni migliori? Oltre alla title track, occhio anche a “Per nuovi pescatori”.

Tag