IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Canzone d'autore > NOTTURNO AMERICANO

NOTTURNO AMERICANO Notturno Americano

NOTTURNO_AMERICANO

Negli anni Emidio Clementi si è costruito una solida credibilità grazie al suo percorso assieme ai Massimo Volume, ma libri e reading hanno contribuito parecchio a consolidare il suo nome nel circuito indipendente e non soltanto. In “Notturno Americano” (Santeria) Emidio ripropone non solo testi suoi ma anche di Emanuel Carnevali. Il rapporto che ha con Carnevali risale a parecchi anni fa: una sera un cliente di un ristorante greco al Pratello, Bologna, gli lascia una copia de “Il primo Dio” di Carnevali dicendogli di leggerlo perché le vicende di cui parlava gli ricordano le sue. Dopo quella lettura Emanuel diventa una sorta di alter ego di Clementi, che in lui ritrova molti punti di convergenza con il suo percorso artistico-letterario.

L’emigrazione, la miseria, il falso mito americano, il lavoro, la scrittura, la nostalgia nei confronti dell’Italia, sono i temi centrali di “Notturno Americano”. Ad accompagnare Clementi ci sono Corrado Nuccini ed Emanuele Reverberi, entrambi membri della storica band Giardini Di Mirò. L’album funziona benissimo e le parole di Clementi coinvolgono, perché figlie di una tensione emotiva che spinge l’ascoltatore a immedesimarsi pienamente nella figura di Carnevali. Il tappeto sonoro è elegante e discreto, puntella i contenuti senza cercare un ruolo da protagonista. Clementi si muove in un territorio amico e mette assieme 8 episodi che saziano fino in fondo. Davvero un bellissimo lavoro.

Negli anni Emidio Clementi si è costruito una solida credibilità grazie al suo percorso assieme ai Massimo Volume, ma libri e reading hanno contribuito parecchio a consolidare il suo nome nel circuito indipendente e non soltanto. In "Notturno Americano" (Santeria) Emidio ripropone non solo testi suoi ma anche di Emanuel Carnevali. Il rapporto che ha con Carnevali risale a parecchi anni fa: una sera un cliente di un ristorante greco al Pratello, Bologna, gli lascia una copia de "Il primo Dio" di Carnevali dicendogli di leggerlo perché le vicende di cui parlava gli ricordano le sue. Dopo quella lettura Emanuel diventa una…

Score

QUALITA' - 73%

73%

73

Tag