IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Italiano > PAOLO BALDINI

PAOLO BALDINI DubFiles at Song Embassy, Papine, Kingston 6

Il nuovo lavoro di Paolo Baldini, “DubFiles at Song Embassy, Papine, Kingston 6”, è sia un album sia un documentario. In una settimana di riprese a Kingston, tra febbraio e marzo 2015, infatti Baldini ha catturato col suo studio mobile le performance di una trentina di artisti provenienti dal ghetto di Papine, la maggior parte dei quali assolutamente sconosciuti. Il risultato? Un compact con 16 tracce che già al primo ascolto trasmette delle ottime vibrazioni e che riesce ad intrattenere (alla grande) anche l'ascoltatore distratto o quello a digiuno di suoni giamaicani. Il tocco di Baldini è particolarissimo e ha…

Score

QUALITA' - 70%

70%

70

PAOLO BALDINI DubFiles_at_Song_Embassy

Il nuovo lavoro di Paolo Baldini, “DubFiles at Song Embassy, Papine, Kingston 6”, è sia un album sia un documentario. In una settimana di riprese a Kingston, tra febbraio e marzo 2015, infatti Baldini ha catturato col suo studio mobile le performance di una trentina di artisti provenienti dal ghetto di Papine, la maggior parte dei quali assolutamente sconosciuti.

Il risultato? Un compact con 16 tracce che già al primo ascolto trasmette delle ottime vibrazioni e che riesce ad intrattenere (alla grande) anche l’ascoltatore distratto o quello a digiuno di suoni giamaicani.

Il tocco di Baldini è particolarissimo e ha il pregio di rendere omogeneo un album extra large – sfiora i 70 minuti di musica. Insomma, oltre il classico prodottino reggae da ballare in estate al chiaro di Luna. C’è tecnica e anima in questo lavoro che non annoia minimamente.

Tag