IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Contest > PSYCHIATRIC CIRCUS
PSYCHIATRIC CIRCUS

PSYCHIATRIC CIRCUS Genova, 26 dicembre 2016 - 15 gennaio 2017

Distopic vi regala 5 biglietti
per uno spettacolo di Psychiatric Circus.

Partecipare è semplice:

  • metti “mi piace” (ma non è obbligatorio) alla nostra pagina facebook: https://www.facebook.com/distopic.it
  • rispondi alla domanda: a quale famosissima serie tv si ispira Psychiatric Circus?
  • manda una mail a info@distopic.it con la risposta, specificando il tuo nome e cognome e nell’oggetto inserisci “Psychiatric Circus Contest“.

Hai tempo sino a domenica 1 gennaio per partecipare.

PSYCHIATRIC CIRCUSDopo il grande successo dell’anno scorso, che ha toccato le 15 mila presenze in dieci giorni di spettacoli, torna dal 26 dicembre 2016 al 15 gennaio 2017 alla Fiera di Genova la manifestazione che ha fatto rabbrividire il pubblico di tutta Italia: Psychiatric Circus, lo spettacolo di circo-teatro rivelazione del 2015.

Lo show che racconta le terrificanti vicende del manicomio di Bergen torna a Genova e lo fa in una nuovissima veste, ricca di sorprese e novità, a partire dalla durata di 21 giorni. Psychiatric Circus è uno spettacolo di circo-teatro ideato dalla storica famiglia circense Bellucci-Medini. Un evento folle e divertente, con artisti di altissimo livello che porteranno in scena giochi di incastri tra acrobatica al suolo e al trampolino, verticalismo, fachirismo, contorsionismo, manipolazione, fantasismo e folle comicità per regalare agli spettatori risate di puro terrore. Rispetto allo scorso anno, lo spettacolo si è arricchito di nuovi attori, artisti e comici, andando a formare un cast internazionale di acrobati, ballerini, cabarettisti, attori e pagliacci appartenenti alle più prestigiose scuole di Torino, Flic e Grugliasco, dal circo di stato di Bucarest, Montreal e Londra.

I vincitori avranno accesso per una data singola infrasettimanale, escluso il martedì.

I vincitori sono:

Cristina R., Monica P., Daniele G., Roberto M., Letizia P.