IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Alternative

Alternative

CHIARA WHITE Biancoinascoltato

chiara white biancoinascoltato
“Biancoinascoltato” è il disco d’esordio della cantautrice fiorentina Chiara White, che è musicista e scienziata: “di giorno” Chiara Cavallina, geologa e ricercatrice; “di notte” Chiara White (dal cognome della madre, di origine inglese), cantautrice e artista. Partiamo con il dire che Chiara fa un cantautorato che vira verso i territori del pop, del folk e del rock e che ricalca il solco tracciato ormai da decenni da tante artiste di casa nostra, a partire da Cristina Donà e Carmen Consoli. Le coordinate sono pressapoco quelle. Testi, stile, musica e arrangiamenti sono finalizzati più che altro a creare un'atmosfera, un tratto…

Score

QUALITA' - 53%

53%

53

“Biancoinascoltato” è il disco d’esordio della cantautrice fiorentina Chiara White, che è musicista e scienziata: “di giorno” Chiara Cavallina, geologa e ricercatrice; “di notte” Chiara White (dal cognome della madre, di...

Leggi Articolo »

AFTERHOURS Foto di pura gioia. Antologia 1987-2017

afterhours foto pura gioia antologia
Non è che ci volesse un'opera così mastodontica per ricordarci cosa sono stati (e cosa sono tutt'oggi) gli Afterhours per il rock italiano, però diciamo che a volte l'essere didascalici aiuta, fissa i contorni, mette i classici punti sulle "i", quindi "Foto di pura gioia. Antologia 1987-2017" è prima di tutto un disco... utile, forse più a chi gli Afterhours li conosce già, mentre per chi ha scoperto Manuel Agnelli soltanto adesso (complice la presenza a "X-Factor") il rischio è quello di farsi travolgere da un'onda (di canzoni) troppo alta per essere affrontata, perché l'opera è composta da 4…

Score

QUALITA' - 73%

73%

73

Non è che ci volesse un’opera così mastodontica per ricordarci cosa sono stati (e cosa sono tutt’oggi) gli Afterhours per il rock italiano, però diciamo che a volte l’essere didascalici...

Leggi Articolo »

CIRCO BOIA Circoboia

circo boia circoboia
Questi sono bravi davvero. "Circoboia" è il disco d'esordio dei Circo Boia, dieci tracce scritte e composte tra l'Italia e gli Stati Uniti dove la band ha già organizzato due tour abbracciando la cultura musicale americana e fondendola con influenze più europee. La produzione è stata affidata a Gian Maria Accusani (Sick Tamburo, Prozac+) che ha fatto un lavoro strepitoso in cabina di regia. Erika Fassari (chitarra, voce) e Joey Chiarello (basso, backing vocals) vengono da Grosseto e sono i titolari di questo progetto che partendo da posizioni tipicamente rock, entra a gamba tesa nei territori del pop, confezionando delle atmosfere che creano subito intimità con…

Score

QUALITA' - 80%

80%

80

Questi sono bravi davvero. “Circoboia” è il disco d’esordio dei Circo Boia, dieci tracce scritte e composte tra l’Italia e gli Stati Uniti dove la band ha già organizzato due tour...

Leggi Articolo »

PAUL DRAPER Spooky Action

paul draper spooky action
Dischi come "Spooky Action" sono i più facili da recensire, perché pure un bambino, dopo 3 o 4 canzoni, avrebbe già le idee chiare. E' la forza della qualità, bellezza. Se una cosa ha spessore, te ne accorgi subito, non serve neppure dilungarsi troppo in ascolti su ascolti oppure mettersi a cercare una doppia lettura. "Spooky Action" è un disco solido, ben strutturato, generoso di idee e in costante bilico fra pop, rock, epicità e azzardi. Paul Draper è stato il frontman dei Mansun, una delle band più iconiche della fine degli Anni '90. Durante il loro picco di successo…

Score

QUALITA' - 79%

79%

79

Dischi come “Spooky Action” sono i più facili da recensire, perché pure un bambino, dopo 3 o 4 canzoni, avrebbe già le idee chiare. E’ la forza della qualità, bellezza....

Leggi Articolo »

GIO MANNUCCI Acquario

gio mannucci acquario
"Acquario" è il primo disco solista di Gio Mannucci ed è stato prodotto dal sempre valido Ale Bavo. E' un album dove il pop è la colonna portante, e tutto attorno un'elettronica mai invadente e sempre utile alla causa. L'atmosfera generale è delicata, rimanda a un cantautorato vintage, i toni sono gentili più che provocatori e la voce di Mannucci è piacevole. Purtroppo l'album convince a fasi alterne: sotto l'aspetto lirico, il compact non ha particolari slanci e la scrittura è sufficiente; dal punto di vista musicale, "Acquario" difetta di quell'incisività necessaria per farsi spazio nell'affollato mondo del pop alternativo italiano.…

Score

QUALITA' - 55%

55%

55

“Acquario” è il primo disco solista di Gio Mannucci ed è stato prodotto dal sempre valido Ale Bavo. E’ un album dove il pop è la colonna portante, e tutto...

Leggi Articolo »

ALTRE DI B Miranda!

altre di b miranda
"Miranda!" è un disco stranissimo: è fatto da una band italiana (e non sembra) ed ha un suono vario, tutt'altro che accessibile ai primi ascolti. E' l'album (di rock alternativo) di una band italiana che però di italiano ha poco, a partire dalle melodie, lavorate con quella sfrontatezza che è tipica degli americani (gente che il rock l'ha maneggiato quando ancora noi ce lo menavamo con il Bel Canto), e poi ci sono gli arrangiamenti che guardano al pop e al punk senza forzare la mano. Insomma, è difficile, con pochi ascolti, farsi un'idea del terzo disco dei bolognesi Altre di…

Score

QUALITA' - 62%

62%

62

“Miranda!” è un disco stranissimo: è fatto da una band italiana (e non sembra) ed ha un suono vario, tutt’altro che accessibile ai primi ascolti. E’ l’album (di rock alternativo)...

Leggi Articolo »

SIVU Sweet Sweet Silent

sivu sweet sweet silent
James Page, in arte Sivu, ha realizzato un disco bellissimo. Compratelo ad occhi chiusi, soprattutto se siete esigenti, se vi piace il rock che scivola lungo i bordi di un pop alternativo alla Radiohead. "Sweet Sweet Silent" è composto da 10 brani, e ognuno è una piccola sorpresa, un'invenzione azzeccata e utile. Sivu maneggia la melodia con una sensibilità rara, la piega alle esigenze della sua voce e della sua idea di suono. Dopo la pubblicazione dell'esordio nel 2014, James ha avuto problemi dovuti alla sindrome di Menière, rara patologia che provoca attacchi ricorrenti di sordità. Il suo udito…

Score

QUALITA' - 76%

76%

76

James Page, in arte Sivu, ha realizzato un disco bellissimo. Compratelo ad occhi chiusi, soprattutto se siete esigenti, se vi piace il rock che scivola lungo i bordi di un...

Leggi Articolo »

SO LONG So Long

so long
L'esordio dei So Long suona un po' tutto uguale. Ed è un peccato, perché tecnicamente ci siamo, la band di Cesena sa suonare, ha proprietà dei mezzi. Il guaio è che le otto canzoni in scaletta hanno strutture molto simili fra loro e sugli arrangiamenti è stato fatto un lavoro decisamente insufficiente. Qua e là si ci sono frammenti di melodia che lasciano immaginare un potenziale inespresso. Ma in questo capitolo è un po' tutto affondato tra chitarre e voglia di Inghilterra. Insomma, un rock-pop alternativo che così com'è ha poca personalità e scarsissime possibilità di affermarsi anche solo…

Score

QUALITA' - 52%

52%

52

L’esordio dei So Long suona un po’ tutto uguale. Ed è un peccato, perché tecnicamente ci siamo, la band di Cesena sa suonare, ha proprietà dei mezzi. Il guaio è...

Leggi Articolo »

LE FURIE Il futuro è nella testa

le furie futuro nella testa
L'abbiamo ascoltato veramente tante volte, questo "Il futuro è nella testa". Così tante volte che conosciamo quasi i testi a memoria. La scelta di soffermarci più del solito su questo lavoro è nata dall'esigenza di toglierci i dubbi che, ascolto dopo ascolto, restavano sempre. Alla fine siamo giunti alla conclusione che "Il futuro è nella testa" è tanto fumo e poco arrosto. Ok, ci sono delle linee melodiche interessanti, gli arrangiamenti sono semplici ed efficaci e non c'è mai voglia di strafare. Ma stringi stringi non c'è nulla di particolarmente significativo nel panorama musicale e lirico proposto. E' tutto…

Score

QUALITA' - 50%

50%

50

L’abbiamo ascoltato veramente tante volte, questo “Il futuro è nella testa“. Così tante volte che conosciamo quasi i testi a memoria. La scelta di soffermarci più del solito su questo...

Leggi Articolo »

PERFECT CLUSTER Flow

perfect cluster flow
Partiamo dagli aspetti negativi: il disco dura troppo (oltre 50 minuti), nel finale perde qualcosa e l'artwork è bruttino. Per il resto "Flow" è un album fighissimo. I Perfect Cluster mettono in fila 11 brani che si muovono soprattutto lungo le coordinate dell'alternative rock, dell'elettronica, dell'industrial. Un flusso che ha una discreta fruibilità pop: infatti diversi pezzi riescono a offrire dei ritornelli intelligenti. Intendiamoci, è un pop tutt'altro che... morbido, ma le linee melodiche sono accattivanti. Naturalmente è la parte musicale il pezzo forte di questo disco: c'è forza espressiva, ci sono idee, ci sono arrangiamenti efficaci. E ci sono le canzoni: un…

Score

QUALITA' - 70%

70%

70

Partiamo dagli aspetti negativi: il disco dura troppo (oltre 50 minuti), nel finale perde qualcosa e l’artwork è bruttino. Per il resto “Flow” è un album fighissimo. I Perfect Cluster mettono in fila 11...

Leggi Articolo »