IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Classica

Classica

MARTIN KOHLSTEDT Strom

martin kohlstedt strom
Tedesco di Weimar, Martin Kohlstedt maneggia la musica classica svecchiando il genere e rendendolo intimo e nello stesso tempo pop. "Strom" è un album che parla una lingua sussurrata dove piano ed elettronica danno vita a un suono che incoraggia l'ascoltatore ad andare avanti e ad approfondire, traccia dopo traccia. La tensione emotiva resta stabile - su valori medio-alti - per tutta la durata dell'ascolto. Le nove tracce in scaletta sono tenute assieme da un filo sottilissimo fatto di immagini personali e dunque familiari, perché la musica di Martin Kohlstedt ha il dono di lasciare libera la mente dell'ascoltatore, che privato del suo…

Score

QUALITA' - 71%

71%

71

Tedesco di Weimar, Martin Kohlstedt maneggia la musica classica svecchiando il genere e rendendolo intimo e nello stesso tempo pop. “Strom” è un album che parla una lingua sussurrata dove piano ed elettronica...

Leggi Articolo »

FABRIZIO PATERLINI Secret Book

fabrizio paterlini secret book
Partiamo col dire che ci hanno sorpreso gli accostamenti tra Fabrizio Paterlini e Ludovico Einaudi. In comune hanno poco, pochissimo, e non sappiamo davvero quali punti di contatto abbiano trovato alcuni critici fra i due artisti. Forse il piano, inteso come strumento, ma la sensibilità del "tocco" è completamente diversa, e non c'è neppure da fare a gara. Diciamo che Einaudi ti prende il cuore, Paterlini ti apre la mente e la lascia libera di spaziare. Si possono trovare grandissime soddisfazioni su entrambi i fronti. Detto questo, veniamo a "Secret Book", un disco solido, cinematografico, a tratti delicato ma con…

Score

QUALITA' - 70%

70%

70

Partiamo col dire che ci hanno sorpreso gli accostamenti tra Fabrizio Paterlini e Ludovico Einaudi. In comune hanno poco, pochissimo, e non sappiamo davvero quali punti di contatto abbiano trovato alcuni...

Leggi Articolo »

FILIPPO LANDI Upside Down

filippo landi upside down
«Tutte le composizioni sono nate come semplici improvvisazioni, momenti intimi di sfogo con il mio strumento. Con l’aiuto del compositore Roberto Cacciapaglia ho successivamente limato e raffinato la forma. "Upside Down" racchiude piccole storie della mia vita, sensazioni profonde che, complice la mia timidezza, ho saputo tirare fuori solo grazie alla musica». Veramente tanta roba. "Upside Down" è un disco bellissimo ed è curioso che su internet non ci siano grosse recensioni su questo lavoro che ti fa subito venire in mente Ludovico Einaudi. E attenzione: fare il verso a Ludovico Einaudi è un attimo, finanche un gioco da ragazzi,…

Score

QUALITA' - 80%

80%

80

«Tutte le composizioni sono nate come semplici improvvisazioni, momenti intimi di sfogo con il mio strumento. Con l’aiuto del compositore Roberto Cacciapaglia ho successivamente limato e raffinato la forma. “Upside...

Leggi Articolo »

DAVIDE IODICE Davide Iodice

davide iodice
Elettronica e frammenti di musica classica. Il disco di Davide Iodice mescola elementi agli estremi e per essere meglio compreso bisogna zoomare dentro e fuori. Iniziamo dai dettagli e pesiamoli: la parte musicale è molto interessante, in alcuni passaggi non originalissima, ma comunque interessante, anche mixaggio e arrangiamenti stuzzicano l'attenzione dell'ascoltatore, vincente l'idea di usare voci che arricchiscono di sfumature diverse il panorama. Restando ai dettagli, non ci convincono i testi (hanno poca personalità), e anche le linee melodiche non sono state sfruttate al massimo del potenziale. Andiamo ora a zoomare fuori, guardiamo cioè l'insieme. In scaletta 8 pezzi, due bonus e…

Score

QUALITA' - 57%

57%

57

Elettronica e frammenti di musica classica. Il disco di Davide Iodice mescola elementi agli estremi e per essere meglio compreso bisogna zoomare dentro e fuori. Iniziamo dai dettagli e pesiamoli: la parte...

Leggi Articolo »

MESSINA SIGNORILE Banaba

MESSINA SIGNORILE banaba
Marco Messina dei 99 Posse e il pianista Mirko Signorile sono i genitori di questo "Banaba", un album che gli stessi hanno definito "di elettro-jazz", ma onestamente noi dentro ci abbiamo trovato un sacco di cose (uguali e diverse), a partite da certe fascinazioni elettroniche tipicamente Anni Novanta, sino al rock, alla melodia, alla classica. Il disco vede la presenza di vari ospiti: dalla sempre brava Erica Mou, a Ursula Rucker, passando per Paolo Fresu e Juliana Maruggi. La scaletta prende per mano l'ascoltatore e lo porta in una dimensione soffice, dove i suoni sono sì gentili ma anche concreti, ben calibrati, non…

Score

QUALITA' - 70%

70%

70

Marco Messina dei 99 Posse e il pianista Mirko Signorile sono i genitori di questo “Banaba“, un album che gli stessi hanno definito “di elettro-jazz”, ma onestamente noi dentro ci abbiamo...

Leggi Articolo »

DARDUST Birth

DARDUST birth
Lo confessiamo: partiamo bendisposti verso Dario Faini (Dardust). Lo abbiamo visto la scorsa estate dal vivo e ci ha letteralmente rubato il cuore con uno show di livello europeo - e non è la classica frase fatta, perché la scena indipendente italiana (al contrario di quanto si dice) non è così generosa di artisti che all'estero ci farebbero fare bella figura. Bene, ora che abbiamo giocato a carte scoperte possiamo tranquillamente parlare di questo "Birth", prodotto e arrangiato a Reykjavik, in Islanda, un lavoro che inevitabilmente risente di certe fascinazioni legate al mondo dei Sigur Rós, ma che nel contempo sa proporre un'identità propria, in…

Score

QUALITA' - 73%

73%

73

Lo confessiamo: partiamo bendisposti verso Dario Faini (Dardust). Lo abbiamo visto la scorsa estate dal vivo e ci ha letteralmente rubato il cuore con uno show di livello europeo – e...

Leggi Articolo »

VERDIANA RAW Whales Know The Route

VERDIANA RAW whales_know_the_route
Verdiana - classe 1987 - comincia lo studio del violino all'età di quattro anni. La madre è pianista ed insegnante di musica, in casa riecheggiano costantemente musica classica, opera, cantautori italiani Anni Sessanta. Durante l'adolescenza abbandona il mondo del Conservatorio e mantiene un legame con la musica solo in termini di ascolto, soprattutto di cantautrici femminili americane ed anglosassoni e, alla fine degli Anni Novanta, di Nirvana e Sex Pistols. "Whales Know The Route" è il secondo album di Verdiana Raw. Ed è un album dove classico e moderno, chiesa e rock, si incontrano e danzano assieme. Nella voce dell'artista…

Score

QUALITA' - 70%

70%

70

Verdiana – classe 1987 – comincia lo studio del violino all’età di quattro anni. La madre è pianista ed insegnante di musica, in casa riecheggiano costantemente musica classica, opera, cantautori...

Leggi Articolo »

PETRINA Be Blind

PETRINA be_blind
E' un disco ambizioso, "Be Blind". E' un disco che esaspera il rock e il pop. Sottopone i due generi di riferimento allo stress del mescolare, mescolare, mescolare tutto con altre spezie, in questo caso specifico l'elettronica e la musica classica. Il risultato? Un album non immediatissimo, anche se dopo il primo ascolto qualcosa resta. Petrina è femmina coraggiosa. Non si accontenta di avere una bella presenza scenica e una voce molto espressiva. Prende qui le sue canzoni e le spinge in un posto altro, una terra di nessuno dove i riferimenti sono più stranieri che italiani. C'è qualcosa…

Score

QUALITA' - 64%

64%

64

E’ un disco ambizioso, “Be Blind“. E’ un disco che esaspera il rock e il pop. Sottopone i due generi di riferimento allo stress del mescolare, mescolare, mescolare tutto con...

Leggi Articolo »

EZIO BOSSO The 12th Room

EZIO BOSSO the_12th_room
Questo album pochi giorni fa è stato certificato "disco d'oro" in Italia. I più cattivi potrebbero pensare che è tutto merito della vetrina (ben sfruttata) di Sanremo e di un percorso furbetto che va a ricalcare quello già ben battuto da Giovanni Allevi, ovvero musica strumentale per la massa e il largo consumo. Il primo concetto è innegabile, il Festival ha fatto da traino a Ezio Bosso. Il secondo concetto è una forzatura, perché in "The 12th Room" non ci sono passaggi ruffiani o spudorate aperture a melodie buone per i caroselli pubblicitari. “The 12th Room” è un concept…

Score

QUALITA' - 77%

77%

77

Questo album pochi giorni fa è stato certificato “disco d’oro” in Italia. I più cattivi potrebbero pensare che è tutto merito della vetrina (ben sfruttata) di Sanremo e di un...

Leggi Articolo »

HUMAN PROGRESSION MACHINE Kosmos

HUMAN PROGRESSION MACHINE kosmos
Human Progression Machine nasce nel 2013 dall’incontro tra il violinista Laurence Cocchiara ed il batterista Alessandro Graziani, con il fine comune di appagare un desiderio di sperimentare e creare nuove sonorità. . Ciò per dire che l'album funziona e questo al netto di qualche sbavatura…

Score

QUALITA' - 68%

68%

68

Human Progression Machine nasce nel 2013 dall’incontro tra il violinista Laurence Cocchiara ed il batterista Alessandro Graziani, con il fine comune di appagare un desiderio di sperimentare e creare nuove...

Leggi Articolo »