IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Jazz (pagina 2)

Jazz

MESSINA SIGNORILE Banaba

MESSINA SIGNORILE banaba
Marco Messina dei 99 Posse e il pianista Mirko Signorile sono i genitori di questo "Banaba", un album che gli stessi hanno definito "di elettro-jazz", ma onestamente noi dentro ci abbiamo trovato un sacco di cose (uguali e diverse), a partite da certe fascinazioni elettroniche tipicamente Anni Novanta, sino al rock, alla melodia, alla classica. Il disco vede la presenza di vari ospiti: dalla sempre brava Erica Mou, a Ursula Rucker, passando per Paolo Fresu e Juliana Maruggi. La scaletta prende per mano l'ascoltatore e lo porta in una dimensione soffice, dove i suoni sono sì gentili ma anche concreti, ben calibrati, non…

Score

QUALITA' - 70%

70%

70

Marco Messina dei 99 Posse e il pianista Mirko Signorile sono i genitori di questo “Banaba“, un album che gli stessi hanno definito “di elettro-jazz”, ma onestamente noi dentro ci abbiamo...

Leggi Articolo »

EVAN Evan

EVAN evan
Prima cosa: bellissima la copertina - a video non rende, quindi fidatevi o cercatela sul web ad alta risoluzione, merita davvero. Veniamo al debutto (omonimo) di Evan, creatura musicale del compositore, produttore e dj partenopeo Gaetano Savio, che per tutta la durata dell'album lavora di fino destreggiandosi fra elettronica, jazz patinato e soul, dando vita a un compact che è ottimo come sottofondo, mentre se lanciato al centro del palco fatica a mostrare personalità. Sotto l'aspetto tecnico, il disco funziona: bella produzione, suoni non originalissimi ma serviti bene, buon mixaggio. Il problema però è che nessuna delle tracce in scaletta ha la forza…

Score

QUALITA' - 55%

55%

55

Prima cosa: bellissima la copertina – a video non rende, quindi fidatevi o cercatela sul web ad alta risoluzione, merita davvero. Veniamo al debutto (omonimo) di Evan, creatura musicale del compositore,...

Leggi Articolo »

PRESIDENT BONGO Serengeti

PRESIDENT BONGO serengeti
Stephan Stephensen è President Bongo, che è parte anche degli islandesi GusGus. Il suo "Serengeti" è un disco di elettronica con sfumature ambient, accenti tribali, un po' di jazz, world music e sperimentazione. E' un album vario che proietta l'ascoltatore in un territorio ignoto e nel contempo rassicurante. Impossibile sezionare il compact in tracce, più facile vederlo come un lungo percorso di 46 minuti dove le ritmiche sono spesso avvolgenti e lo scenario non muta mai troppo rapidamente. E' un buon disco? E' un lavoro originale, compatto, però non facilissimo da digerire in un colpo solo, funziona benissimo come sottofondo…

Score

QUALITA' - 65%

65%

65

Stephan Stephensen è President Bongo, che è parte anche degli islandesi GusGus. Il suo “Serengeti” è un disco di elettronica con sfumature ambient, accenti tribali, un po’ di jazz, world...

Leggi Articolo »

FULL VACUUM ARKESTRA Dia-Luz

FULL VACUUM ARKESTRA dia-luzFULL VACUUM ARKESTRA dia-luz
Che disco particolare, questo "Dia-Luz". Particolare perché ha qualcosa di ipnotico. E poi ci sono un sacco di fascinazioni che si incastrano a meraviglia tra di loro: rock, sperimentazione, jazz, world music, canzone d'autore, reggae e molto altro. La voce di Davide Barca ha qualcosa di malinconico, è la colla che tiene assieme tutto. : da "Assai" ad "Arco Iris" passando…

Score

QUALITA' - 68%

68%

68

Che disco particolare, questo “Dia-Luz“. Particolare perché ha qualcosa di ipnotico. E poi ci sono un sacco di fascinazioni che si incastrano a meraviglia tra di loro: rock, sperimentazione, jazz,...

Leggi Articolo »

MAGNET ANIMALS Butterfly Killer

MAGNET ANIMALS butterfly killer
I Magnet Animals sono Todd Clouser (chitarre, voce), Eyal Maoz (chitarre), Shanir Ezra Blumenkranz (basso elettrico), Jorge Servin (batteria). E' un disco, questo dei Magnet Animals, di buona, vitalissima americana. E non solo. C'è tanto altro ancora. "Butterfly Killer" parla alla pancia – con un road blues di tradizione - ma anche alla mente. . Alcune soluzioni sonore sembrano mutuate dai lavori recenti di Warren Ellis sul doppio fronte…

Score

QUALITA' - 70%

70%

70

I Magnet Animals sono Todd Clouser (chitarre, voce), Eyal Maoz (chitarre), Shanir Ezra Blumenkranz (basso elettrico), Jorge Servin (batteria). E’ un disco, questo dei Magnet Animals, di buona, vitalissima americana. E non solo. C’è...

Leggi Articolo »

DIRTY SET Miscellaneous Experience

DIRTY SET miscellaneous_experience
Sotto l'aspetto tecnico non ci sentiamo di muovere particolari critiche: i Dirty Set hanno padronanza dei loro mezzi, intesi come strumenti (chitarra, basso e batteria). a "Miscellaneous Experience", forse penalizzato da arrangiamenti timidi e da atmosfere già ampiamente vivisezionate al di qua e al di là dell'Oceano. L'ascolto è gradevole - magari non fluidissimo ma gradevole - però si fa una certa fatica a rimettere daccapo il disco perché dopo qualche contatto si ha la…

Score

QUALITA' - 55%

55%

55

Sotto l’aspetto tecnico non ci sentiamo di muovere particolari critiche: i Dirty Set hanno padronanza dei loro mezzi, intesi come strumenti (chitarra, basso e batteria). Purtroppo però il loro lavoro...

Leggi Articolo »

THE COMET IS COMING Channel The Spirits

THE COMET IS COMING channel_the_spirits
C'è talmente tanta roba in questo "Channel The Spirits" che già solo elencare le fascinazioni prese in prestito diventa una bella prova. Dentro infatti c'è il rock, sì, il rock, ma mescolato assieme a un'infinità di generi: psichedelia, funk, tanto jazz, elettronica, un pizzico di noise e poi buttiamoci dentro anche la voglia di sperimentare e mettiamoci pure un vago richiamo all'Africa. Insomma, un bel polpettone di suoni. Quello dei londinesi The Comet Is Coming è un progetto (attivo da un paio di anni) capace di incuriosire parecchio, e crediamo che dal vivo abbia tanto da offrire. La scaletta è abbastanza agile…

Score

QUALITA' - 66%

66%

66

C’è talmente tanta roba in questo “Channel The Spirits” che già solo elencare le fascinazioni prese in prestito diventa una bella prova. Dentro infatti c’è il rock, sì, il rock,...

Leggi Articolo »

BOLOGNA VIOLENTA Discordia

BOLOGNA VIOLENTA discordia
E' da un po' che seguiamo Nicola Manzan. E il suo percorso artistico ha una coerenza pazzesca. Prendete questo "Discordia", il quinto volume del progetto Bologna Violenta, primo lavoro fatto a quattro mani assieme a Alessandro Vagnoni. Buttatelo nello stereo e - se avete già confidenza con i lavori precedenti di Manzan - vi suonerà estremamente familiare ma anche nuovo, perché molti isterismi sonori del passato sono qui stati addolciti in fase di arrangiamento dei suoni. Mentre se Bologna Violenta non sapete neppure cos'è, tranquilli, siete comunque nel posto giusto e al momento giusto, perché questo è forse l'album più... pop…

Score

QUALITA' - 72%

72%

72

E’ da un po’ che seguiamo Nicola Manzan. E il suo percorso artistico ha una coerenza pazzesca. Prendete questo “Discordia“, il quinto volume del progetto Bologna Violenta, primo lavoro fatto a...

Leggi Articolo »

MELT YOURSELF DOWN Last Evenings On Earth

MELT YOURSELF DOWN last_evenings_on_earth
Che roba è questa? Fossimo in un negozio di dischi, dove andremmo a mettere questo compact così particolare e pieno zeppo di schegge diverse? Bella sfida. "Last Evenings On Earth" mescola rock, sperimentazione, ritmi africani, ritmi urbani, jazz, una certa idea di hip hop e c'è persino del pop e dell'elettronica. Come si può chiamare 'sta roba qua? World music? Forse. L'ubriacatura sonora dura 36 minuti ed è una bella botta di vita. Nel senso che il primo ascolto è spiazzante, avverti un senso generale di disordine, eppure il piedino è lì che si muove, che batte il tempo. I…

Score

QUALITA' - 72%

72%

72

Che roba è questa? Fossimo in un negozio di dischi, dove andremmo a mettere questo compact così particolare e pieno zeppo di schegge diverse? Bella sfida. “Last Evenings On Earth” mescola...

Leggi Articolo »

LARA GROOVE Lara Groove

LARA GROOVE
Cantano in due, donna e uomo. Suonano in 3: basso, chitarra e batteria con il supporto di synth e computer. Tutti partecipano alla stesura di melodie e testi inediti, utilizzando frammenti di pop, soul, reggae, funk, elettronica. La proposta dei Lara Groove è davvero interessante. Intanto la prima cosa che colpisce è l'ottimo bilanciamento fra cantato maschile e femminile: Antonella Miccoli ha una voce che accarezza jazz e soul, mentre Stefano Garavaglia usa gli strumenti del rap (e del reggae) per arricchire di sfumature Anni Novanta la classica forma canzone. In scaletta 5 brani per 27 minuti di musica. "Hello…

Score

QUALITA' - 65%

65%

65

Cantano in due, donna e uomo. Suonano in 3: basso, chitarra e batteria con il supporto di synth e computer. Tutti partecipano alla stesura di melodie e testi inediti, utilizzando frammenti...

Leggi Articolo »