IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Psichedelia

Psichedelia

MONKEY ONECANOBEY Moco

monkey onecanobey moco
Sono in due: uno che ci mette voce e chitarra e l'altro va di beatbox. Sav e Phil sono stati sempre amici, fin dai tempi dell’asilo. Un giorno, Phil decide, così per scherzo, di iniziare a fare beatbox e tra un video e l’altro conosce Dave Crowe. Trasportato dal groove del beatboxer inglese propone a Sav, una mattina a scuola, di creare un progetto che fondesse la passione di Sav e il suo gusto per i generi rock/pop alla "Mouth Machine" di Phil. "Moco" è il disco d'esordio dei Monkey OneCanObey. In scaletta 8 brani che abbracciano il blues, la…

Score

QUALITA' - 67%

67%

67

Sono in due: uno che ci mette voce e chitarra e l’altro va di beatbox. Sav e Phil sono stati sempre amici, fin dai tempi dell’asilo. Un giorno, Phil decide, così...

Leggi Articolo »

NEKO AT STELLA Shine

neko at stella shine
Troviamo prima di tutto le coordinate: "Shine" sta in un incrocio fra rock americano, blues e psichedelia, e nel mezzo ci passano almeno tre decadi di suoni, ovvero gli Anni Settanta, gli Ottanta e i Novanta. Il disco dei Neko At Stella è un mix di suoni già sentiti ma che negli ultimi anni - in Italia - sono usciti dai radar della scena indipendente. Alle chitarre il compito di indicare la via, alla voce di Glauco Boato, invece, il merito di tenere in pista un album che in alcuni passaggi si guarda troppo alla specchio e sembra non voler tendere…

Score

QUALITA' - 64%

64%

64

Troviamo prima di tutto le coordinate: “Shine” sta in un incrocio fra rock americano, blues e psichedelia, e nel mezzo ci passano almeno tre decadi di suoni, ovvero gli Anni...

Leggi Articolo »

OMZA Otto Maddox Zen Academy

omza otto maddox zen academy
Gli Omza arrivano da Trieste. E il loro "Otto Maddox Zen Academy" è un album che va subito al sodo: il rock proposto è infatti immediato e di facile ascolto, le chitarre sono molto espressive, le linee melodiche efficaci e rimandano ai grandi del genere: Beatles e Led Zeppelin su tutti. Apprezzabili anche le divagazioni verso i territori della psichedelia. In scaletta 9 episodi: la prima parte è notevole e asciutta quel tanto che basta per tenere alta l'attenzione dell'ascoltatore, la seconda perde qualcosina nel finale, penalizzata da qualche arrangiamento non azzeccato. Ma nel complesso il disco funziona e non annoia, ed ha…

Score

QUALITA' - 64%

64%

64

Gli Omza arrivano da Trieste. E il loro “Otto Maddox Zen Academy” è un album che va subito al sodo: il rock proposto è infatti immediato e di facile ascolto, le chitarre sono...

Leggi Articolo »

TETA MONA Mad Woman

teta mona mad woman
"Mad Woman" è reggae ipnotico, un modo piuttosto efficace di maneggiare il folk. E' un album estivo? Intanto è uscito a fine dicembre scorso, in pieno inverno, e diciamo che ha un taglio scuro che ben si adatta alle stagioni fredde, ma possiamo tranquillamente definirlo come un compact in grado di funzionare in tutte le stagioni, perché ha qualità e immediatezza, oltre a una discreta fruibilità pop. Il disco di esordio di Teta Mona (nome d'arte di Teta Colamonaco) è stato interamente registrato e prodotto "in casa", e gira attorno a delle belle linee di basso e alla voce dell'artista pugliese, che ha…

Score

QUALITA' - 67%

67%

67

“Mad Woman” è reggae ipnotico, un modo piuttosto efficace di maneggiare il folk. E’ un album estivo? Intanto è uscito a fine dicembre scorso, in pieno inverno, e diciamo che ha...

Leggi Articolo »

JULIE’S HAIRCUT Invocation And Ritual Dance Of My Demon Twin

JULIES HAIRCUT invocation ritual dance demon twin
"Invocation And Ritual Dance Of My Demon Twin" è il settimo album dei Julie's Haircut, ed è veramente un lavoro completo. Ora dovremmo stare qua a convincervi ad ascoltare tutto il compact, però se siete di corsa e volete il classico tutto-e-subito, limitatevi soltanto all'ascolto dell'iniziale "Zukunft", un pezzone di quasi 12 minuti che ipnotizza fin dalle prime battute. Ma anche "Gathering Light" è un ottimo biglietto da visita. Fatto questo passo, sarà impossibile non proseguire con il resto della scaletta. Scommettiamo? «Se c’è un senso nella musica psichedelica è sempre stato quello dell’avventurarsi senza una rete di protezione». Ecco,…

Score

QUALITA' - 72%

72%

72

“Invocation And Ritual Dance Of My Demon Twin” è il settimo album dei Julie’s Haircut, ed è veramente un lavoro completo. Ora dovremmo stare qua a convincervi ad ascoltare tutto...

Leggi Articolo »

OMOSUMO Omosumo

OMOSUMO omosumo
Gli Omosumo sanno destare interesse, curiosità, nel loro modo di fare musica c'è la chiara scintilla dell'originalità. . Il suono di volta in volta sterza verso atterraggi scomodi, le liriche dicono-e-non-dicono, svelano-e-nascondono e sotto l'aspetto tecnico il produttore canadese Colin Stewart ha fatto un gran lavoro con il mixaggio. Difetti? La melodia va e viene, e questo penalizza il potenziale del compact, che rischia…

Score

QUALITA' - 71%

71%

71

Gli Omosumo sanno destare interesse, curiosità, nel loro modo di fare musica c’è la chiara scintilla dell’originalità. Il loro rock elettronico/psichedelico è perfetto per chiudere gli occhi e liberare la...

Leggi Articolo »

THE SOMNAMBULIST Unbegotten

THE SOMNAMBULIST unbegotten
The Somnambulist è una band berlinese che mescola psichedelia e rock, capitanata da Marco Bianciardi (già Caboto ed Elton Junk). I quattro episodi in scaletta hanno personalità definite e una discreta fruibilità pop. L'ascolto scorre senza grossi scivoloni, il cantato (in inglese) è molto espressivo e tutte le canzoni hanno uno sviluppo interessante. .

Score

QUALITA' - 66%

66%

66

The Somnambulist è una band berlinese che mescola psichedelia e rock, capitanata da Marco Bianciardi (già Caboto ed Elton Junk). I quattro episodi in scaletta hanno personalità definite e una discreta fruibilità pop....

Leggi Articolo »

CACAO Astral

cacao astral
"Astral" è l'album d'esordio di Cacao, duo composto da Diego Pasini (Ronin) e Matteo Pozzi (Actionmen).  E' un disco particolare, strano, pieno di contraddizioni e chiaroscuri, senza uno stile preciso, eppure il tutto è affascinante. Più che un lavoro tenuto insieme da un filo comune, sembra più un'antologia di brani, idee diverse riversate in un unico contenitore. Chitarra e basso sono gli elementi portanti, ma c'è anche elettronica, una concezione del rock che è più europea che italiana. Insomma, l'album è così vario che non è facile definire le coordinate giuste. E' un lavoro da consigliare "Astral"? Sì, magari…

Score

QUALITA' - 69%

69%

69

“Astral” è l’album d’esordio di Cacao, duo composto da Diego Pasini (Ronin) e Matteo Pozzi (Actionmen).  E’ un disco particolare, strano, pieno di contraddizioni e chiaroscuri, senza uno stile preciso,...

Leggi Articolo »

MOON IN JUNE In Other Words We Are Three

moon in june in_other_words_we_are_three
Partiamo da "Again", il primo singolo estratto da “In Other Words We Are Three”, il disco d'esordio dei Moon In June. E' un ottimo pezzo, perché ha un incedere che coinvolge e la fruibilità pop del brano è apprezzabile. Intendiamoci, la formazione bresciana non fa pop, ma nel rock-psichedelico proposto ci sono ampie aperture all'orecchiabilità, soprattutto nei ritornelli. Il debutto dei Moon In June mette in evidenza un gruppo che ha tecnica e capacità di comporre belle canzoni. L'ascolto è piacevole, la scaletta azzeccata e quasi tutti i brani riescono a comunicare una sensazione positiva già al primo contatto. Il cantato…

Score

QUALITA' - 66%

66%

66

Partiamo da “Again”, il primo singolo estratto da “In Other Words We Are Three”, il disco d’esordio dei Moon In June. E’ un ottimo pezzo, perché ha un incedere che coinvolge...

Leggi Articolo »

PALMER GENERATOR Discipline

palmer generator discipline
I Palmers (aka famiglia Palmieri) sono Michele, Mattia e Tommaso Palmieri (rispettivamente padre, figlio e zio) e si sono formati a Jesi nella primavera del 2010. Un trio chitarra, basso e batteria, per costruire muri di suono dove vibrazioni rock, rumore e psichedelia sono i mattoncini alla base del tutto. "Discipline" si compone di 5 pezzi per 35 minuti di musica. L'abbiamo ascoltato a volume basso e ci è sembrato un lavoro sufficiente nonostante il suono molto derivativo. A volume alto, invece, l'album ci ha lasciato qualche dubbio. La band ha la capacità di portare l'ascoltatore su su fino…

Score

QUALITA' - 59%

59%

59

I Palmers (aka famiglia Palmieri) sono Michele, Mattia e Tommaso Palmieri (rispettivamente padre, figlio e zio) e si sono formati a Jesi nella primavera del 2010. Un trio chitarra, basso...

Leggi Articolo »