IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Top Reviews 2018

Top Reviews 2018

QUADROSONAR Fuga sul Pianeta Rosso

quadrosonar fuga pianeta rosso
"Fuga sul Pianeta Rosso" è un ottimo esordio. Sulla produzione delle tracce si può ancora lavorare per dare al suono della band toscana maturità e convinzione, ma diciamo che la base di partenza fa ben sperare per il futuro. Quello dei QuadroSonar è un disco di pop elettronico che porta in dote una manciata di singoli radiofonici: da "Cosa resta di me" a "Zero (Scegli me)", passando per "L'apatia sociale", per la ballatona "Un istante su Marte" e per "Nella mia città". La scrittura del gruppo non è banale e prova a inquadrare nell'obiettivo frazioni di una quotidianità in cui…

Score

QUALITA' - 69%

69%

69

“Fuga sul Pianeta Rosso” è un ottimo esordio. Sulla produzione delle tracce si può ancora lavorare per dare al suono della band toscana maturità e convinzione, ma diciamo che la...

Leggi Articolo »

MANITOBA Divorami

manitoba divorami
"Divorami" è il titolo del primo album scritto da Filippo Santini e Giorgia Rossi Monti, che dal 2014 si esibiscono sui palchi di tutto lo Stivale sotto il moniker Manitoba. Questo disco è nato con ogni probabilità da una scintilla accesa quasi 15 anni fa in riva al mare di Baratti, vicino Piombino, quando i due protagonisti di questa storia s’incontrarono per la prima volta e, ancora senza saperlo, si legarono indissolubilmente per gli anni a venire in un sodalizio artistico e di vita. E così come fu naturale giocare su quel bagnasciuga, estate dopo estate, nella fase della vita in cui tutto è più…

Score

QUALITA' - 72%

72%

72

“Divorami” è il titolo del primo album scritto da Filippo Santini e Giorgia Rossi Monti, che dal 2014 si esibiscono sui palchi di tutto lo Stivale sotto il moniker Manitoba. Questo disco è nato con ogni...

Leggi Articolo »

A PERFECT CIRCLE Eat the Elephant

perfect circle eat elephant
"Eat the Elephant" è un album bellissimo. Quindi potete tranquillamente fermarvi qui, evitare di continuare a leggere la recensione e godervi le 12 tracce in scaletta. Non è necessario dilungarsi troppo quando i fatti hanno un'evidenza tale che ogni possibile commento rischia di risultare superfluo. Quindi "buon ascolto" a chi si fermerà qui. Per tutti gli altri, iniziamo con il dire che ci sono voluti quasi tre lustri per mettere attorno a un tavolo (con idee chiare sull'indirizzo del progetto) Maynard James Keenan e Billy Howerdel. Ma crediamo che sia stato soprattutto il primo a prendersela con calma, visto l'andazzo…

Score

QUALITA' - 89%

89%

89

“Eat the Elephant” è un album bellissimo. Quindi potete tranquillamente fermarvi qui, evitare di continuare a leggere la recensione e godervi le 12 tracce in scaletta. Non è necessario dilungarsi...

Leggi Articolo »

LEADTOGOLD I

leadtogold i
Non sappiamo dirvi di preciso che musica facciano i LeadtoGold, perché il loro suono è isterico, e anche le loro canzoni risentono di questi continui saliscendi, però il mix di rock, elettronica, tempi lenti, un vago sapore trip hop, voce maschile e femminile che si intrecciano, ci piace, magari non aspettatevi che ci venga facile spiegarvi i motivi di questo colpo di fulmine, però fidatevi, "I" non è un disco banale o ruffiano, è generoso di spunti interessanti ed è come quelle storie che si concludono ma lasciano intravedere la possibilità di un seguito. "Come" è la traccia più commerciale,…

Score

QUALITA' - 70%

70%

70

Non sappiamo dirvi di preciso che musica facciano i LeadtoGold, perché il loro suono è isterico, e anche le loro canzoni risentono di questi continui saliscendi, però il mix di rock,...

Leggi Articolo »

A TOYS ORCHESTRA Lub Dub

toys orchestra lub dub
"Siamo tutti inesorabilmente dentro la stessa macchina, la stessa barca, lo stesso tempo, la stessa vita. Come se chiunque al mondo avesse un medesimo cuore dentro al medesimo petto che batte, adesso, ora, in questo istante: “lub-dub, lub-dub, lub-dub, lub-dub…”. Gli A Toys Orchestra sono come quei piloti che fanno un figurone in qualunque condizione meteo e di pista. . Sorprendente perché dopo anni e anni di musica, non è facile tirare fuori un disco…

Score

QUALITA' - 81%

81%

81

“Siamo tutti inesorabilmente dentro la stessa macchina, la stessa barca, lo stesso tempo, la stessa vita. Come se chiunque al mondo avesse un medesimo cuore dentro al medesimo petto che batte,...

Leggi Articolo »

ERIO Inesse

erio inesse
Ancor prima di parlare del nuovo disco, ci viene una riflessione: chi può criticare Erio? Chi può permettersi il lusso di criticare un artista (italiano) con un potenziale così grande? Insomma, davanti al talento, quello cristallino, si alzano le mani in segno di resa e si parte comunque bendisposti. Sempre. Ecco perché - e qui chiudiamo la riflessione - secondo noi è impossibile criticare Erio, si può al massimo ragionare sul presente e su quello che può ancora sviluppare per arrivare al largo pubblico, perché l'ambito indipendente alla lunga risulterà stretto. "Inesse" è un disco molto bello dal punto…

Score

QUALITA' - 73%

73%

73

Ancor prima di parlare del nuovo disco, ci viene una riflessione: chi può criticare Erio? Chi può permettersi il lusso di criticare un artista (italiano) con un potenziale così grande?...

Leggi Articolo »

LISA KANT Trinus

lisa kant trinus
"Trinus" è il disco di esordio di Lisa Kant, autrice, vocal coach, cantante, studiosa di musica antica, di riti magici e alchemici. L'idea alla base dell'album non è originalissima, cioè fondere antico ed elettronica, echi di un passato millenario e suoni digitali, però il risultato è veramente convincente perché pur battendo strade già esplorate (in special modo all'estero), . "Trinus" sperimenta e non plana…

Score

QUALITA' - 72%

72%

72

“Trinus” è il disco di esordio di Lisa Kant, autrice, vocal coach, cantante, studiosa di musica antica, di riti magici e alchemici. L’idea alla base dell’album non è originalissima, cioè fondere antico...

Leggi Articolo »

IBERLINO Hai mai mangiato un uomo?

iberlino mai mangiato uomo
Bello il titolo, interessante il nome del duo, bella la foto in copertina (di Gianluca Scerni), bello l'artwork (di Kain Malcovich), bello il lavoro di Mirko Difrancescantonio (alla voce) e Fabio Pulcini (alle chitarre), bella l'elettronica proposta, belli anche i featuring della cantante Susanna Regazzi, presente in molte tracce del disco. Insomma, "Hai mai mangiato un uomo?" è un album che conquista al primo ascolto, complice una vincente unione di intenti che spinge l'ascoltatore a trovare il suo naturale posto nell'universo del duo. Le coordinate del disco portano il progetto in un territorio fuori moda, popolato dalle meglio cose degli Anni Ottanta/Novanta:…

Score

QUALITA' - 70%

70%

70

Bello il titolo, interessante il nome del duo, bella la foto in copertina (di Gianluca Scerni), bello l’artwork (di Kain Malcovich), bello il lavoro di Mirko Difrancescantonio (alla voce) e Fabio Pulcini...

Leggi Articolo »

RED LINES Paisley

red lines paisley
Ne avevamo già parlato bene tempo fa, ed è confortante vedere che i Red Lines non si sono persi per strada, ma anzi, continuano a ribadire il concetto: sanno fare dell'ottima musica, generosa di idee. "Paisley" è un disco di rock con synth in bella evidenza e un modo di maneggiare il pop che è vincente. Il duo formato dalla londinese d'adozione Marianna Pluda e dal chitarrista bresciano Simone Apostoli non si accontenta mai del compitino ma va alla continua ricerca di soluzioni capaci di dare ulteriore slancio al cantato di Marianna che è un evidentissimo valore aggiunto. L'album…

Score

QUALITA' - 70%

70%

70

Ne avevamo già parlato bene tempo fa, ed è confortante vedere che i Red Lines non si sono persi per strada, ma anzi, continuano a ribadire il concetto: sanno fare...

Leggi Articolo »

LUCA D’AVERSA Fuori

luca daversa fuori
Luca D’Aversa ha confezionato un disco che è una piccola meraviglia di idee, suoni azzeccati, arrangiamenti perfetti e testi che nella loro semplicità sanno di vero, di autentico, di sguardo intimo dentro cui ritrovarsi. . La scaletta conta nove episodi, in costante bilico fra pop, rock e canzone d'autore. Le linee melodiche esaltano ritornelli che nella maggior parte dei casi riescono a valorizzare nel modo giusto lo sviluppo emotivo delle canzoni. Ottimo il lavoro in cabina di regia sui brani.…

Score

QUALITA' - 73%

73%

73

Luca D’Aversa ha confezionato un disco che è una piccola meraviglia di idee, suoni azzeccati, arrangiamenti perfetti e testi che nella loro semplicità sanno di vero, di autentico, di sguardo intimo dentro...

Leggi Articolo »