IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Ambient > SIRUAN

SIRUAN Gocce

Che progetto strano, quello che ruota attorno a "Gocce". Il nuovo lavoro di Siruan non si potrà scaricare per intero, non si potrà ascoltare in concerto e non è dato conoscerne la tracklist. Le sette tracce di cui è composto saranno sparse in giro per il web, ospitate su varie piattaforme, siti, blog e portali rilasciando una traccia al mese da aprile fino a ottobre 2016. Un progetto anti-radiofonico, anti-discografico e volutamente incommerciabile. Musica fine a se stessa, che non ha alcuna ambizione se non quella di soddisfare le istanze dell'artista, che la definisce: «Un'interpretazione poetica su strumentali di musica…

Score

QUALITA' - 70%

70%

70

SIRUAN gocce

Che progetto strano, quello che ruota attorno a “Gocce“.

Il nuovo lavoro di Siruan non si potrà scaricare per intero, non si potrà ascoltare in concerto e non è dato conoscerne la tracklist. Le sette tracce di cui è composto saranno sparse in giro per il web, ospitate su varie piattaforme, siti, blog e portali rilasciando una traccia al mese da aprile fino a ottobre 2016. Un progetto anti-radiofonico, anti-discografico e volutamente incommerciabile. Musica fine a se stessa, che non ha alcuna ambizione se non quella di soddisfare le istanze dell’artista, che la definisce: «Un’interpretazione poetica su strumentali di musica classica moderna».

Dicevamo che è un progetto strano, quello di Siruan, perché il disco è davvero bello ed è un peccato avergli dato questo taglio clandestino. Le canzoni proposte mischiano elettronica, rap, ambient, atmosfere da colonna sonora e testi in italiano che nascono in un micro universo e parlano senza retorica di temi importanti ma sanno anche cercare il significato più profondo delle piccole cose. Insomma, musica che intrattiene e che sa anche suggerire momenti di riflessione. Siruan si destreggia alla grande tra stili diversi e continui cambi di registro. Assurdo non mettere in commercio il compact. Il pezzo migliore? “Umano”.

Tag