IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Italiano > SLIVOVITZ

SLIVOVITZ All You Can Eat

Gli Slivovitz nascono a Napoli nel 2001, la loro musica è da sempre caratterizzata dalla grande varietà di stili e di riferimenti geografici tra i più disparati. Dal jazz al rock, dall’America ai Balcani passando per il Mediterraneo. "All You Can Eat", già dal titolo, dice tanto sul contenuto di questo album strumentale dove ogni traccia è un intreccio sonoro che ruota attorno agli umori del jazz, qui proposto in chiave moderna con un taglio vagamente cinematografico. La capacità di intrattenere del compact è discreta - gli 8 pezzi in scaletta si digeriscono senza alcun problema - mentre l'originalità va e viene, accende…

Score

QUALITA' - 60%

60%

60

SLIVOVITZ all_you_can_eat

Gli Slivovitz nascono a Napoli nel 2001, la loro musica è da sempre caratterizzata dalla grande varietà di stili e di riferimenti geografici tra i più disparati. Dal jazz al rock, dall’America ai Balcani passando per il Mediterraneo. “All You Can Eat“, già dal titolo, dice tanto sul contenuto di questo album strumentale dove ogni traccia è un intreccio sonoro che ruota attorno agli umori del jazz, qui proposto in chiave moderna con un taglio vagamente cinematografico. La capacità di intrattenere del compact è discreta – gli 8 pezzi in scaletta si digeriscono senza alcun problema – mentre l’originalità va e viene, accende la scena ma lascia bui anche diversi angoli. Insomma, un ascolto piacevole, a patto di non avere particolari pretese.

Tag