IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Tag Archivi: Ale Bavo

Tag Archivi: Ale Bavo

SALVARIO Duemilacanzonette

salvario duemilacanzonette
"Duemilacanzonette" è il disco d'esordio di Salvario, nome del progetto solista del cantautore pugliese Salvatore Piccione. L’album contiene 9 brani inediti, scritti e arrangiati dall’artista tra il 2015 e il 2016 insieme a un gruppo di musicisti torinesi che sono diventati la sua band, e conta un featuring con i Nadàr Solo. La produzione artistica è stata curata (ottimamente) da Ale Bavo. E' un buon disco? E' un lavoro con luci e ombre: Salvario scrive bene, canta bene ma dal punto di vista musicale il suo rock-pop alternativo non è proprio originalissimo e non lascia intravvedere uno stile preciso, al…

Score

QUALITA' - 62%

62%

62

“Duemilacanzonette” è il disco d’esordio di Salvario, nome del progetto solista del cantautore pugliese Salvatore Piccione. L’album contiene 9 brani inediti, scritti e arrangiati dall’artista tra il 2015 e il...

Leggi Articolo »

SERENA ABRAMI Di Imperfezione

SERENA ABRAMI imperfezione
Partiamo subito con una valutazione estetica: davvero brutto l'artwork di "Di Imperfezione". Ok trasmettere il concetto di... imperfezione, ma le scritte nere (in piccolo) su sfondo scuro sono un pugno nell'occhio. Boh. Inoltre sembra l'artwork di un album di musica strumentale tedesca, c'azzecca poco o nulla col contenuto. Veniamo alla recensione. Quello di Serena Abrami è un disco di pop sofisticato. La cantautrice marchigiana canta bene - ci piacerebbe spingesse più l'acceleratore sull'interpretazione, ma è indiscutibilmente titolare di un bel talento vocale, che maneggia con disinvolta padronanza, dosando i rischi. In scaletta 11 pezzi per 43 minuti di musica: tutti i brani…

Score

QUALITA' - 69%

69%

69

Partiamo subito con una valutazione estetica: davvero brutto l’artwork di “Di Imperfezione“. Ok trasmettere il concetto di… imperfezione, ma le scritte nere (in piccolo) su sfondo scuro sono un pugno...

Leggi Articolo »

MÆNIFESTO Veni Vidi Vici

MÆNIFESTO veni_vidi_vici
Non fatevi fregare dalla copertina e dall'artwork bruttino, l'esordio di Mænifesto è molto interessante. La prima cosa che ci convince di "Veni Vidi Vici" è il curioso incastro fra elettronica, new wave, techno, digital hardcore e una vaga idea di canzone d'autore. . Ottimo il lavoro di produzione, con la firma pregiata di Ale Bavo. In scaletta 9 pezzi per 41 minuti di musica. Dietro Mænifesto c'è Augustus Gregorio Rossi, artista classe 1988, che qui è bravo ad accelerare quando è necessario…

Score

QUALITA' - 70%

70%

70

Non fatevi fregare dalla copertina e dall’artwork bruttino, l’esordio di Mænifesto è molto interessante. La prima cosa che ci convince di “Veni Vidi Vici” è il curioso incastro fra elettronica,...

Leggi Articolo »