IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Tag Archivi: Samuel

Tag Archivi: Samuel

LIBERATO Barona, Milano, Italia - 9 giugno 2018

liberato
Liberato è puro "hype". Quindi nessuno è rimasto stupito nel vedere Barona presa d'assalto da 5 mila persone, accorse per godersi dal vivo (gratis) quello che ancora non si sa bene cosa sia. Un neo melodico 2.0? Un produttore? Un hit maker? Mistero sul contenuto e naturalmente sulla forma, visto che chi si aspettava che proprio a Milano si scoprisse l'identità dell'anti divo è rimasto deluso, e la sensazione è che il mistero resterà tale ancora per un bel po', perché l'anonimato paga, crea interesse e se poi le canzoni sono anche discretamente forti, allora il cerchio è perfetto. Non…

Score

0

Liberato è puro “hype”. Quindi nessuno è rimasto stupito nel vedere Barona presa d’assalto da 5 mila persone, accorse per godersi dal vivo (gratis) quello che ancora non si sa...

Leggi Articolo »

ANTIANTI Il tappeto dava un tono all’ambiente

ANTIANTI il_tappeto_dava_un_tono_all’ambiente-
Sotto l’insegna “AntiAnti” si celava Dade, bassista dei Linea 77, nel 2006. Questo il suo disco solista: 14 pezzi (alcuni dei quali strumentali), un titolo che è tutto un programma e tanti amici a fare da guest star - fra cui Caparezza, Fabri Fibra, Samuel dei Subsonica, Cor Veleno. Il risultato? Un lavoro estremamente godibile, anche perché gli amici si sono comportati davvero da amici, ed hanno permesso a Dade di pubblicare delle canzoni con la “C” maiuscola. “Picciotti della benavita” vede alla voce un Caparezza in gran forma; “Pain” è il pezzo migliore del disco, e Fabri Fibra lo…

Score

0

Sotto l’insegna “AntiAnti” si celava Dade, bassista dei Linea 77, nel 2006. Questo il suo disco solista: 14 pezzi (alcuni dei quali strumentali), un titolo che è tutto un programma...

Leggi Articolo »

TOMMASO COLLIVA «L’estero, e in particolare l'Inghilterra, non è la terra promessa. Ma...»

TOMMASO COLLIVA
Due cose al volo su Tommaso Colliva. La prima: non è tollerabile ignorarne il nome, perché se ti piace il rock (ma persino l'hip hop americano) per forza di cose un suo lavoro ti sarà passato per le mani. E poi, la seconda: è uno che ha trovato l'America in Inghilterra ma resta legatissimo all'Italia - di solito chi emigra poi tende a fare il gesto dell'ombrello a chi è rimasto. Insomma, di Colliva ci piace la semplicità: questo lavora con gli Afterhours e dà del "tu" ai Muse (occhio, non è un modo di dire...), eppure spocchia zero. In…

Score

0

Due cose al volo su Tommaso Colliva. La prima: non è tollerabile ignorarne il nome, perché se ti piace il rock (ma persino l’hip hop americano) per forza di cose...

Leggi Articolo »