IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Folk > TETA MONA

TETA MONA Mad Woman

"Mad Woman" è reggae ipnotico, un modo piuttosto efficace di maneggiare il folk. E' un album estivo? Intanto è uscito a fine dicembre scorso, in pieno inverno, e diciamo che ha un taglio scuro che ben si adatta alle stagioni fredde, ma possiamo tranquillamente definirlo come un compact in grado di funzionare in tutte le stagioni, perché ha qualità e immediatezza, oltre a una discreta fruibilità pop. Il disco di esordio di Teta Mona (nome d'arte di Teta Colamonaco) è stato interamente registrato e prodotto "in casa", e gira attorno a delle belle linee di basso e alla voce dell'artista pugliese, che ha…

Score

QUALITA' - 67%

67%

67

teta mona mad woman

Mad Woman” è reggae ipnotico, un modo piuttosto efficace di maneggiare il folk. E’ un album estivo? Intanto è uscito a fine dicembre scorso, in pieno inverno, e diciamo che ha un taglio scuro che ben si adatta alle stagioni fredde, ma possiamo tranquillamente definirlo come un compact in grado di funzionare in tutte le stagioni, perché ha qualità e immediatezza, oltre a una discreta fruibilità pop.

Il disco di esordio di Teta Mona (nome d’arte di Teta Colamonaco) è stato interamente registrato e prodotto “in casa”, e gira attorno a delle belle linee di basso e alla voce dell’artista pugliese, che ha un timbro seducente, capace di creare atmosfere liquide, dentro le quali è facilissimo adagiarsi comodamente. Teta Mona usa per lo più l’inglese, ma con l’italiano il suo cantato si colora di un’espressività migliore, non a caso “Orologio” è il pezzo che vi consigliamo; da tenere d’occhio anche la conclusiva “Last Word Is Mine”.

In conclusione: un lavoro che ha qualcosa da dire.

Tag