IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Folk > THE DODOS

THE DODOS Individ

The_Dodos_Individ

E’ materia difficile da maneggiare il pop. I The Dodos in questo nuovo lavoro dal titolo “Individ” (Morr Music) provano a creare un disco che partendo da posizioni folk tenta di spingersi fino a dove il pop è sì di casa ma è ancora un concetto (musicale) nobile. Non vogliamo farvela troppo lunga: le intenzioni del gruppo di San Francisco sono buone, ma il risultato ondeggia tra una sufficienza stiracchiata e qualcosa di meno. Quasi tutti i brani in scaletta si lasciano ascoltare ma non ci sono pezzi capaci di destare una particolare attenzione. Il difetto maggiore? L’album suona troppo freddo e anche quando sale di tono (come nel caso di “Retriever”) i risultati sono inferiori alle attese. Nel complesso, molto meglio la seconda parte del compact rispetto alla prima.

E' materia difficile da maneggiare il pop. I The Dodos in questo nuovo lavoro dal titolo "Individ" (Morr Music) provano a creare un disco che partendo da posizioni folk tenta di spingersi fino a dove il pop è sì di casa ma è ancora un concetto (musicale) nobile. Non vogliamo farvela troppo lunga: le intenzioni del gruppo di San Francisco sono buone, ma il risultato ondeggia tra una sufficienza stiracchiata e qualcosa di meno. Quasi tutti i brani in scaletta si lasciano ascoltare ma non ci sono pezzi capaci di destare una particolare attenzione. Il difetto maggiore? L'album suona troppo freddo e…

Score

QUALITA' - 54%

54%

54

Tag