IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...

TITA Andare oltre

E' un esordio, quindi è normale che non tutto sia a fuoco, però la strada imboccata è quella giusta. "Andare oltre" è l'album di debutto della cantautrice bergamasca Tita. Tutto ruota al concetto di canzone d'autore, però con un taglio moderno che si sintetizza alla perfezione nella cover "Ho in mente te", qui stravolta e personalizzata con il piglio di chi sa che tipo di suono vuole proporre all'ascoltatore. In scaletta 8 brani per poco meno di 28 minuti di musica. Le ritmiche sono seducenti, molto vicine a certe produzioni francesi. Il pop è l'invitato dell'ultimo momento, i ritornelli sono…

Score

QUALITA' - 64%

64%

64

tita andare oltre

E’ un esordio, quindi è normale che non tutto sia a fuoco, però la strada imboccata è quella giusta. “Andare oltre” è l’album di debutto della cantautrice bergamasca Tita. Tutto ruota al concetto di canzone d’autore, però con un taglio moderno che si sintetizza alla perfezione nella cover “Ho in mente te”, qui stravolta e personalizzata con il piglio di chi sa che tipo di suono vuole proporre all’ascoltatore.

In scaletta 8 brani per poco meno di 28 minuti di musica. Le ritmiche sono seducenti, molto vicine a certe produzioni francesi. Il pop è l’invitato dell’ultimo momento, i ritornelli sono carini ed efficaci il giusto. Discutibile la scelta di “Bambina” come singolo per anticipare l’uscita del disco, ma in generale – ed è qui il grosso limite del compact – manca una hit veramente forte, e questo malgrado ogni canzone abbia al suo interno almeno un passaggio melodico interessante, ma magari non sfruttato al massimo del potenziale, come nel caso della title track. Il brano migliore? “Non ti aspetto”. Ma occhio anche a “Sono nati fiori a volte”.

In conclusione: c’è una buonissima base di partenza per proseguire il percorso. Dipendesse da noi, faremmo fare presto un secondo disco a Tita.

Tag