IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Canzone d'autore > TUTTE LE COSE INUTILI

TUTTE LE COSE INUTILI Non ti preoccupare

Ci sono quelli che cantano, e quelli che ci credono un sacco in ciò che cantano. E bello o brutto che sia il risultato finale, quel "crederci" ti arriva. "Non ti preoccupare" è un disco cantato da gente che "ci crede", che non vuole lasciare nulla di intentato nel rapporto con l'ascoltatore e che non si vergogna di apparire vulnerabile nel mostrarsi. "Non ti preoccupare" è un album di rock-pop con slanci cantautorali. Qua e là ci sono anche degli accenti punk, ma in generale il disco ha una struttura (musicale) solida e dal punto di vista lirico le…

Score

QUALITA' - 71%

71%

71

tutte cose inutili non preoccupare

Ci sono quelli che cantano, e quelli che ci credono un sacco in ciò che cantano. E bello o brutto che sia il risultato finale, quel “crederci” ti arriva. “Non ti preoccupare” è un disco cantato da gente che “ci crede”, che non vuole lasciare nulla di intentato nel rapporto con l’ascoltatore e che non si vergogna di apparire vulnerabile nel mostrarsi.

“Non ti preoccupare” è un album di rock-pop con slanci cantautorali. Qua e là ci sono anche degli accenti punk, ma in generale il disco ha una struttura (musicale) solida e dal punto di vista lirico le canzoni fotografano una provincia che non è stereotipo ma risulta credibile, vera. Il brano migliore è “Luce e notte fonda” perché ha un arrangiamento che esalta i dettagli. Ottima anche la conclusiva “Vammi a fondo”. Il compact vede la partecipazione di Marco Caldera (Sorge) alla chitarra ritmica.

In conclusione: un album maturo, con belle canzoni e una espressività nel cantato che porta un evidente valore aggiunto.

Tag