IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Electro > VICTORIA STATION DISORDER

VICTORIA STATION DISORDER Non è questo il giorno

VICTORIA_STATION_DISORDER_non_è_questo_il_giorno

Non è questo il giorno” è il primo EP dei Victoria Station Disorder dopo l’ingresso nel gruppo di Alberto “Pernazza” Argentesi, già cantante dei Magellano. Prodotto dall’etichetta Gente Bella, l’album è stato mixato e masterizzato presso l’Hukapan Studio degli Elio e le Storie Tese da Daniele Lanzara.

Partendo da posizioni rock, la band si racconta guardando dentro e fuori il proprio mondo. Il risultato? Un EP dove la voglia di sperimentare non consente di tratteggiare a dovere il profilo stilistico del gruppo. C’è tanto e non sempre il contenuto è espresso in maniera chiara. L’elettronica è il filo rosso che prova a tenere uniti i 5 brani in scaletta. La presenza di “Pernazza” è discreta e ben incastrata all’interno del progetto.

Al momento – sulla breve distanza – i Victoria Station Disorder non ci convincono del tutto. Troppe luci stroboscopiche e poca sostanza. Il brano migliore? “Medusa”.

"Non è questo il giorno" è il primo EP dei Victoria Station Disorder dopo l’ingresso nel gruppo di Alberto "Pernazza" Argentesi, già cantante dei Magellano. Prodotto dall'etichetta Gente Bella, l'album è stato mixato e masterizzato presso l’Hukapan Studio degli Elio e le Storie Tese da Daniele Lanzara. Partendo da posizioni rock, la band si racconta guardando dentro e fuori il proprio mondo. Il risultato? Un EP dove la voglia di sperimentare non consente di tratteggiare a dovere il profilo stilistico del gruppo. C'è tanto e non sempre il contenuto è espresso in maniera chiara. L'elettronica è il filo rosso che prova a tenere uniti i 5…

Score

QUALITA' - 55%

55%

55

Tag