IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Italiano > ZOMBIERO MARTÌN

ZOMBIERO MARTÌN Fur Laboratory Skin Maker

L’esordio degli Zombiero Martìn è un mix di generi (punk, pop, new wave), stagioni (Anni Ottanta soprattutto) e intenzioni. Sì, intenzioni. Perché il trio per tutta la durata del compact cerca di trovare una via personale in un mare di buone intenzioni. Il risultato? Un album velocissimo (12 pezzi per 34 minuti di musica) che solo a tratti imbocca la strada giusta. "Fur Laboratory Skin Maker" non riesce a sintetizzare al meglio i generi proposti. I Nostri hanno tecnica ma ancora non hanno trovato la formula magica per proporre un suono omogeneo e personale. Se dobbiamo scegliere una delle…

Score

QUALITA' - 51%

51%

51

ZOMBIERO MARTÌN fur_laboratory_skin_maker

L’esordio degli Zombiero Martìn è un mix di generi (punk, pop, new wave), stagioni (Anni Ottanta soprattutto) e intenzioni. Sì, intenzioni. Perché il trio per tutta la durata del compact cerca di trovare una via personale in un mare di buone intenzioni. Il risultato? Un album velocissimo (12 pezzi per 34 minuti di musica) che solo a tratti imbocca la strada giusta. “Fur Laboratory Skin Maker” non riesce a sintetizzare al meglio i generi proposti. I Nostri hanno tecnica ma ancora non hanno trovato la formula magica per proporre un suono omogeneo e personale. Se dobbiamo scegliere una delle tante versioni del gruppo, la nostra preferita è quando il confronto avviene con la new wave in maniera diretta e senza filtri.

Tag