IN "FIVE SONGS" CI SONO LE CINQUE CANZONI PREFERITE DI...
Home > Recensioni > Dance > DANCE FLOOR CLOSED

DANCE FLOOR CLOSED Top 10

Esce così tanta roba ogni mese che se vi facessimo vedere quanti cd accatastiamo in redazione  settimanalmente restereste a bocca aperta. Non deve dunque sorprendere se ogni tanto arriviamo tardi su un'uscita, come nel caso dei Dance Floor Closed, progetto italiano nato dalla collaborazione tra Gianni Mini e Simone Serotti, qui impegnati a dare vita ad un album dalle sonorità dance Anni Ottanta, ma l'idea di musica alla base di questo "Top 10" è moderna, perché mette in vetrina arrangiamenti attuali, un bel suono "grasso" ma non pacchiano e una fruibilità pop ai massimi livelli. Il risultato sono 10…

Score

QUALITA' - 74%

74%

74

dance floor closed top 10Esce così tanta roba ogni mese che se vi facessimo vedere quanti cd accatastiamo in redazione  settimanalmente restereste a bocca aperta. Non deve dunque sorprendere se ogni tanto arriviamo tardi su un’uscita, come nel caso dei Dance Floor Closed, progetto italiano nato dalla collaborazione tra Gianni Mini e Simone Serotti, qui impegnati a dare vita ad un album dalle sonorità dance Anni Ottanta, ma l’idea di musica alla base di questo “Top 10” è moderna, perché mette in vetrina arrangiamenti attuali, un bel suono “grasso” ma non pacchiano e una fruibilità pop ai massimi livelli.

Il risultato sono 10 pezzi e 3 remix uno più bello dell’altro, dove la testa ondeggia a ritmo e ogni cosa sta al posto giusto. Ovvio, qua e là l’ombra lunga di band come i Depeche Mode – giusto per fare un nome tra i tanti – si fa invadente, ma parliamo di semplici suggestioni. Si arriva alla fine dell’ascolto con una bella sensazione. E il riascolto è automatico. Scommessa vinta. Entra in ritardo nella nostra top 2021.

Tag